Cresce la protesta contro i padroni che non raccolgono le feci dei loro cani

di 

21 dicembre 2019

PESARO – Che si tratti di Viale Amendola, in zona mare, o del centralissimo Corso XI Settembre, cresce la protesta contro i padroni dei cani che non raccolgono le feci degli amici.

In effetti non c’è angolo della città dove chi cammina non s’imbatta nei “ricordi” lasciati dai tanti cani che circolano anche a Pesaro. Cani che hanno la “colpa” di avere padroni poco civili.

Così, qualcuno in Corso XI Settembre ha deciso d’alzare la voce mettendo il sindaco nel mirino. Primo cittadino contestato per avere annunciato un deciso cambio di rotta nei confronti di chi sporca, si tratti di cani o di padroni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Resta una considerazione: chi contesta prima di tutto i padroni dei cani e in secondo luogo il sindaco ha la coscienza a posto? Rispetta tutte le norme che favoriscono una decente convivenza con gli altri cittadini?

Spieghiamo meglio: chi non sopporta i cani che sporcano, anzi i loro padroni, getta mai a terra cartacce, mozziconi e quanto altro? Pedala mai sul marciapiede? Si ferma quando i pedoni attraversano sulle strisce?

E che dire di chi protesta per le feci dei cani, ma utilizza i chiodi per affiggere a un albero il manifesto con foto?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>