Dall’ex Cinema Branca di S.Angelo in Lizzola a Palazzo Rubini-Vesin di Gradara ecco la graduatoria dei progetti a tutela dei luoghi dalla cultura finanziati dalla Regione

di 

5 febbraio 2020

Andrea Biancani

Andrea Biancani

PESARO – Sono 10 i progetti della provincia di Pesaro-Urbino ammessi ai finanziamenti per la tutela e il miglioramento dei luoghi della cultura. La Regione pochi giorni fa ha redatto la graduatoria del bando per assegnare ai comuni contributi per la messa in sicurezza di musei, teatri, biblioteche, archivi e altri edifici culturali di proprietà pubblica. «Queste risorse – spiega il consigliere regionale Andrea Biancani (Pd) – contribuiranno a rendere i nostri beni culturali più sicuri e accoglienti, aiutando i comuni a realizzare lavori per la riqualificazione, l’adeguamento e il miglioramento sismico. Sono state accolte tutte le domande presentate dai comuni marchigiani, circa trenta, e il totale dei contributi concessi alla nostra provincia ammonta a 1 milione e 408mila euro». Il bando regionale, uscito lo scorso giugno, era rivolto nello specifico alle amministrazioni comunali non rientranti nel cratere sismico e aveva come oggetto l’assegnazione di contributi in conto capitale, per un massimo di 200 mila euro.

L'ex cinema-teatro Branca di Sant'Angelo in Lizzola

L’ex cinema-teatro Branca di Sant’Angelo in Lizzola

I progetti finanziati nella provincia sono Vallefoglia, Gradara, Pesaro, Mombarocccio, Apecchio, Cantiano, Frontone, Lunano, Sassocorvaro Auditore e Urbania. «Nel dettaglio – puntualizza Biancani – a Vallefoglia saranno assegnati 160mila euro per la sistemazione e la riqualificazione dell’ex cinema teatro Branca in Sant’Angelo in Lizzola, a Gradara 75mila euro per il teatro comunale dentro Palazzo Rubini-Vesin, a Pesaro 116 mila euro per il miglioramento sismico del solaio della Sala della Repubblica del Teatro Rossini, per la cui riqualificazione complessiva la Regione ha stanziato ulteriori 600mila euro, a Mombaroccio 200mila euro per il recupero delle sale seminterrate, delle grotte e dei piani superiori di Palazzo Del Monte. E ancora ad Apecchio 70mila euro per la biblioteca comunale, a Cantiano 159mila e 800 euro per la messa in sicurezza del Teatro Capponi, a Frontone 160mila euro per il recupero dell’ex colonia montana, a Lunano 155mila e 200 euro per la Torre Civica, a Sassocorvaro Auditore 160mila euro per la Rocca Ubaldinesca e infine a Urbania 152mila euro per il Museo civico».

Palazzo Rubini-Vesin a Gradara

Palazzo Rubini-Vesin a Gradara

«Riqualificare i principali contenitori culturali del territorio è stata una scelta che abbiamo fatto con convinzione, inserendo a bilancio risorse regionali a sostegno di quei comuni che hanno deciso di investire nel patrimonio culturale. Ringrazio il Presidente Ceriscioli per aver ritenuto una priorità la tutela dei beni culturali. Gli ultimi dati sulla presenza turistica e sugli ingressi ai musei – conclude Biancani – confermano che siamo sulla strada giusta e che la cultura può davvero diventare per le Marche uno dei principali motori di sviluppo».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>