La Ciclovia Turistica “Grande Via dei Parchi” svelata alla Bit di Milano con Elisa Di Francisca testimonial

di 

10 febbraio 2020

MILANO – Presentato il progetto Ciclovia Turistica “Grande Via dei Parchi” alla BIT, la Borsa Internazionale del Turismo di Milano, dal Presidente dell’Unione Montana del Catria e Nerone Alberto Alessandri e dall’Assessore alla Cultura e il Turismo Massimo Cardellini, con l’obiettivo di rilanciare un’idea di turismo fatto in “rete”.

Un percorso, nel tratto Appennino Basso Pesarese e Anconetano, in piena linea con il Cluster Bike della Regione Marche, è un grande progetto che prende vita all’interno della Strategia Aree Interne e prevede una serie di proposte attrattive e di valorizzazione dei beni culturali, ambientali, enogastronomici presenti offrendo un turismo esperienziale tramite la pratica sportiva del cicloturismo, cercando anche di creare nuove e interessanti opportunità lavorative sul territorio.

Un grande anello di circa 190 km, mappato e percorribile da ogni tipologia di cicloturista, che toccherà i nove Comuni della Strategia Aree Interne, Acqualagna, Apecchio, Arcevia, Cagli, Cantiano, Frontone, Piobbico, Sassoferrato, Serra Sant’Abbondio, con 10 tappe da poter scegliere in toto o solo alcune, circa 4.000 mt di dislivello, straordinari panorami, borghi incantati, montagne come gioielli ambientali, cibi e bevande uniche e della tradizione.

Il percorso, che circonda le tre vette più importanti dei nostri Appennini: Monte Catria, Monte Nerone e Monte Petrano sfrutterà e arricchirà anche il cd. «Brevetto dei Tre Monti», il sogno, l’impresa per i ciclisti più preparati. Eppure sarà realmente accessibile a tutti i cicloturisti, ed è per questo che nella scelta delle strade sono stati valutati il basso traffico veicolare, i limiti di velocità, le condizioni del manto, l’interscambiabilità di diversi itinerari, così da consentire a qualsiasi turista di poter scegliere quello a lui più idoneo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il video promozionale, presentato in anteprima alla BIT, ha visto anche la partecipazione di una testimonial d’eccezione, una campionessa olimpionica, una marchigiana che ama e conosce le nostre terre: la fiorettista Elisa Di Francisca, oro olimpico individuale e a squadre a Londra nel 2012 e argento individuale a Rio de Janeiro, sette volte campionessa del mondo, tra individuali e squadra. Accompagnerà l’Unione Montana, capofila della Strategia Aree Interne, come ambasciatrice dei territori, lungo la strada della promozione e del rilancio di questi luoghi, sostenendo un messaggio di orgoglio e fierezza: le Alte Marche sono una regione meravigliosa!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>