Studenti del Donati e detenuti a Fossombrone uniti grazie a “Voci della memoria”, lo spettacolo teatrale

di 

13 febbraio 2020

Istituto Donati di Fossombrone

Istituto Donati di Fossombrone

FOSSOMBRONE – Scuola senza confini. Anzi, quando la scuola apre i confini su un mondo altro. E’ inserito in questo scenario “Voci della memoria”, spettacolo teatrale che si svolgerà all’interno della casa di reclusione di Fossombrone grazie all’istituto di istruzione superiore Donati della dirigente Alessandra Di Giuseppe.

Con Sara Mei, insegnante stimata nonché referente del progetto “Educare alla memoria storica e alla legalità”, si è operata una riuscita sintesi del laboratorio fra detenuti che frequentano la scuola – da anni il Donati ha una sezione staccata proprio all’interno della struttura di reclusione – con gli alunni dell’istituto tecnico e professionale. “Voci della memoria”, questo come detto il titolo dello spettacolo la cui regia è curata proprio dalla professoressa Mei, ha come tema la Shoah e le Foibe, per promuovere l’importanza della memoria contro l’indifferenza e gli stereotipi. Senza dimenticare l’alto valore simbolico e concreto dell’inclusione dei detenuti nel tessuto sociale del mondo esterno che la condizione detentiva ha inevitabilmente messo in discussione.

Testo e regia sono, come detto, di Sara Mei, che reciterà assieme ad altri insegnanti del Donati e assieme ad alcuni detenuti. L’appuntamento è per sabato 15 febbraio all’interno del carcere dove ovviamente non potranno entrare tutti ma “solamente” persone appositamente invitate e la cui partecipazione è soggetto ad autorizzazione. Questo ovviamente non sposta di una virgola l’alto valore di una simile iniziativa, per cui la scuola forsempronese non può che essere lodata.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>