Dal 22 febbraio alla libreria Didot la mostra ‘Incontri’ di Alice Annibali

di 

13 febbraio 2020

Sguardi - Alice Annibali

Sguardi – Alice Annibali

PESARO – Si aprirà il 22 febbraio alle ore 17 presso la libreria Didot, nel cuore storico della città di Pesaro, la mostra dell’artista Alice Annibali che presenta Incontri.

Incontri è una raccolta di opere, ritratti, volti e storie racchiuse in uno sguardo. L’incontro è con l’anima dell’altro è l’evento inatteso che accade e trasforma.

Alice Annibali - Lhasa Woman

Alice Annibali – Lhasa Woman

Le tecniche con le quali Alice racconta l’incontro sono diverse. La matita, scelta come omaggio alla tradizione artistica rinascimentale, con una attenzione particolare riservata alla scelta della carta, quasi una tela che permette di restituire i volti e il corpo in maniera plastica ed evanescente al medesimo tempo.

L’acquerello: i volti prendono forma e vita grazie alla stesura del colore “a velature”, che ne permette una resa più decisa, senza perdere la morbidezza tipica di questa tecnica.

La mostra, che si protrarrà fino al 13 marzo, verrà inaugurata con un dialogo tra musica, pittura e poesia dove l’artista darà voce alle proprie opere in un reading accompagnata dalla chitarra di Nicolas Pandolfi.

INCONTRI                                                                                                                                                                      Alice Annibali                                                                                                                                                     22.02/13.03                                                                                                                                                                       Didot – Via Passeri, 34 Pesaro                                                                                                                     Inaugurazione 22.02 H. 17.00

BIOGRAFIA

Alice Annibali

Alice Annibali

Alice nasce nel cuore del Montefeltro, in un piccolissimo borgo medioevale del comune di Urbino. Il disegno rappresenta per Alice la più intima forma di espressione, che si rivela sin da subito un’attitudine innata, trasmessa dal padre Veris pittore ed incisore.

Alice dopo aver intrapreso un percorso di studi umanistici, laureandosi in Storia dell’Arte presso l’Università degli Studi di Urbino, decide di sperimentare l’universo dell’arte dall’interno, proseguendo il corso di studi con una Laurea in Scenografia e Costume presso l’Accademia di Belle Arti di Macerata Marche. Il lavoro la porta dapprima nel mondo del teatro e nella televisione, dove collabora come scenografo con RAI ed altre realtà televisive della capitale, attraversando il mondo della moda come designer di abbigliamento.

Negli ultimi anni decide di ampliare il percorso di formazione artistica specializzandosi nell’illustrazione, sotto la guida di un maestro e mentore illustratore, Giacinto Gaudenzi, con il quale Alice approfondisce, tecniche e tematiche differenti finalizzate alla resa illustrativa.

“Dal 2014 ho iniziato un percorso relativo l’illustrazione, un mondo che in sé racchiude tutte le possibilità e le potenzialità espressive, una modalità più articolata di poter raccontare l’interiorità di un personaggio e la sua storia. Per me è fondamentale lo studio del modello raffigurato anche dal punto di vista psicologico, cogliere la vibrazione che si sente dagli occhi, negli sguardi, è ciò che più mi emoziona e mi spinge a caratterizzarli.”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>