Legabasket come Ryanair? Vitrifrigo Arena vietata agli animali. Che differenza con il volley!

di 

16 febbraio 2020

La Vitrifrigo Arena vietata agli animali durante le Finali di Coppa Italia di pallacanestro

La Vitrifrigo Arena vietata agli animali durante le Finali di Coppa Italia di pallacanestro

PESARO – Gli spettatori che fanno la fila per accedere alla Vitrifrigo Arena sono accolti con grande gentilezza da steward e hostess, ma anche dall’annuncio sulle norme di comportamento. Consigli e divieti. Fra questi il divieto di portare con sé gli animali.

Da non credere: Legabasket come Ryanair, che ha una politica ingiustificabile che impedisce di imbarcare i nostri amici? O è una decisione della direzione della Vitrifrigo Arena?
Se diecimila spettatori si presentassero con altrettanti cani e qualche gatto, la loro presenza diventerebbe un problema, ma è evidente che solo pochissimi – potrebbero contarsi sulle dita di due mani – si presentano con gli amici a quattro zampe. E allora?
Si potrebbe usare il commento di uno spettatore: “Hanno avuto paura che gli animali avrebbero potuto sentirsi a proprio agio vedendo alcune delle partite disputate…”.
Scherzi a parte, seguendo altri sport, non solo il basket, siamo in grado di testimoniare che alle partite di pallavolo femminile i cani, ma anche i gatti, sono accolti con affetto, ovunque. Molte giocatrici hanno cani e portano i loro amici a vederle giocare. A Pesaro, visto che siamo qui, alle partite interne, ma talvolta anche in trasferta, presenziavano i cani di alcune giocatrici: Puffa di Francesca Ferretti, Macchia di Noemi Signorile e Maxi Rita Liliom, ma anche Happy di Matteo Bertini, allenatore dell’ultima promozione. E al PalaCampanara, per la felicità di Elisa Manzano e Kenny Moreno Pino, ma anche di Isabella Di Iulio, portavo il mio gatto Thor. In trasferta, ho visto numerosi cani a Busto Arsizio, Legnano, Bologna (Piazza Azzarita, tempio del basket), Modena, Piacenza.
Senza ulteriore commento, parla il risultato: volley femminile batte basket maschile 3-0.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>