Industriali e imprenditori si mobilitano: 300mila euro per macchinari e letti a Marche Nord e Urbino. E Biesse dona 100 mila euro

di 

18 marzo 2020

Mauro Papalini

Mauro Papalini

PESARO – “Sono orgoglioso, come presidente degli industriali di Pesaro Urbino, di annunciare che in pochi giorni gli imprenditori hanno reso disponibile la cifra di circa 300.000 euro che abbiamo dirottato su due investimenti: ad Urbino sarà allestita una unità con tredici letti per terapia sub-intensiva destinata ai pazienti affetti da coronavirus e arriverà una macchina portatile per radiografie polmonari d’urgenza; agli ospedali di Marche Nord arriveranno nove centraline per il controllo dei parametri vitali dei pazienti ricoverati in terapia intensiva”. Lo ha annunciato il presidente degli industriali di Pesaro Urbino, Mauro Papalini, aggiungendo che “la raccolta fondi va avanti, perché continuano ad arrivare diverse telefonate di colleghi, anche non associati, pronti a impegnarsi in favore del sistema sanitario pubblico della nostra provincia”.

“Abbiamo dato sin dall’inizio il nostro contributo per supportare il sistema sanitario nell’affrontare l’emergenza in corso e per rendere ancora più efficace lo straordinario lavoro dei medici e di tutto il personale sanitario – ha dichiarato Alessandra Parpajola, membro esecutivo del CdA di Biesse Group, che ha effettuato una donazione di 100 mila euro -. Sul nostro territorio abbiamo un tessuto imprenditoriale che rappresenta l’eccellenza italiana nei propri settori di riferimento, aziende che hanno un respiro internazionale e contatti in tutto il mondo, sensibilizzando attraverso i nostri canali di comunicazione possiamo amplificare in maniera esponenziale la nostra voce per poter raggiungere, insieme, ulteriori importanti traguardi”. 

“È una donazione importante che ci permetterà di rispondere alle esigenze di tantissimi pazienti affetti da coronavirus che continuano ad arrivare – ha spiegato il direttore generale di Marche Nord, Maria Capalbo -. In particolare, grazie alla nuova tecnologia acquistata da Confindustria sarà possibile controllare i parametri vitali dei pazienti che hanno bisogno di un’assistenza importante, garantendo un monitoraggio costante del loro stato di salute”

Queste le aziende che hanno partecipato a questa prima fase della raccolta promossa dalla territoriale di Pesaro Urbino di Confindustria Marche Nord: Al Dahra Europes (Sassocorvaro), Ams Analitica (Pesaro), Ballarini (Cartoceto), Benelli Armi (Urbino), Berloni Bagno (Fossombrone), Biesse Group (Pesaro), Canducci Group (Pesaro), Cariaggi Lanificio (Cagli), Casavecchia (Cagli), Centroservice (Pesaro), Ciar (Pesaro), Comis (Pesaro), Cucinesse (Montelabbate), Curvet (Vallefoglia), Dago Elettronica (Fano), Ebworld (Pesaro), Effe Salotti (Pesaro), Fab (Vallefoglia),Fiam Italia (Tavullia), Fida (Montefelcino), Flonal (Fano), Florence Organics (Regno Unito), Formerin Italia (Gallo Di Petriano), Formetal (Montelabbate), Ft Tradecom (Fano), Futurmec (Urbania), Gamba (Pesaro), Geocom Italia (Pesaro), Green Power System (Sassocorvaro), Hb Servizi (Lunano), Ifi (Tavullia), Imab Group (Fermignano), Imar (Urbino), Inno.va Italia (Pesaro), Isa (Colli Al Metauro), Kosmetikal (Pesaro), Marotta Impianti (Fano), Mobilificio 2B (Pesaro), Montefeltro Foraggi (Sassocorvaro), Netco Adv (Pesaro), Next (Pesaro), Pagnini Liseo & Figli (Montelabbate), Piemmepi (Vallefoglia), Pikart (Pesaro), Planstudio (Pesaro), Polimor (Pesaro), Polver (Fano), Scatolificio Vec (Fossombrone), Schnell (Montemaggiore), Stile Ricamo (Pesaro), Supercap (Pesaro), Tecnoal (Fano), Tecnor Sistemi (Cagli), Tf Vetritalia (Vallefoglia), Tvs (Fermignano), Vallarelli (Cantiano), Valmex (Cartoceto), Vetrotec (Vallefoglia), Vigilar (Fano). Alla lista si aggiungono i dipendenti di Benelli Armi, Confindustria Marche Nord, Assindustria Consulting, Confindustria Energia Adriatica ed alcuni cittadini.

La raccolta fondi proseguirà anche nelle prossime settimane: le donazioni possono essere indirizzate sul conto corrente con Iban IT40K0311113301000000010134 presso Ubi Banca. Si tratta di un contributo straordinario detraibile.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>