Covid-19, Biancani: “Raddoppiati i tamponi effettuati, case di riposo a giorni tutte visitate”

di 

19 aprile 2020

analisi-coronavirus-PESARO – “Più che raddoppiati i numeri dei tamponi fatti questa settimana, ,a la prossima settimana vanno comunque aumentati”. Lo scrive sui propri canali social Andrea Biancani, che continua: “Molte delle persone in quarantena tra qualche settimana hanno bisogno di rientrare al lavoro”. Il tutto con gli hashtag #Tamponi #VisiteDomicilio #UscaDomiciliari.
“Mi sembra importante aggiornarvi in quanto siete in tanti a chiedermi informazioni – spiega il consigliere regionale – #PuntiTamponi, questa settimana presso i 3 check point della provincia per la verifica dei guariti, Asur ha effettuato, sulla base della segnalazione effettuata dai medici di famiglia, circa #1000tamponi. In pratica il numero dei tamponi fatti nei check point sono #quasi #triplicati (la settimana scorsa erano stati circa 340). #TamponiADomicilio, questa settimana dagli addetti dell’assistenza domiciliare sono stati fatti circa #300tamponi a domicilio. #USCA, le unità speciali, formate da personale medico e infermieristico che consentono di rafforzare le #Visite a domicilio, nelle residenze protette e nelle case di riposo sono 4. Ogni unità riesce a fare 10-12 visite a domicilio ogni giorno, in una settimana hanno fatto circa #350visiteVisitate dal dipartimento di prevenzione le #CaseDiRiposo e le #ResidenzeProtette del territorio per verificare e supportare le azioni organizzative messe o da mettere in atto per il contenimento della diffusione del virus. A giorni saranno state tutte visitate. Queste unità intervengono sulla base delle segnalazioni che i medici di base fanno ad Asur che definirà gli interventi da fare. L’operazione non è semplice perché devono cambiarsi completamente tra una visita e l’altra per evitare di portare il virus tra le varie case e garantire la massima sicurezza”.
#AncoraPositivi. I casi di positività a seguito del primo tampone di verifica (percorso guariti) sono tra il 15 e il 20%. Purtroppo le persone che risultano positive dovranno attendere ulteriori 15 giorni prima di poter ripetere il tampone di verifica. Da questi dati forse sarebbe meglio aspettare qualche giorno in più. Ringrazio il personale di Asur e dall’Azienda Marche Nord per lo sforzo che stanno facendo per garantire l’assistenza alle persone e il personale sanitario per aver dato la propria disponibilità”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>