Bar, ristoranti, pasticcerie e gelaterie consegnano le chiavi al sindaco, Ricci: “Suolo pubblico gratuito e più Ztl se lo Stato aiuta con detassazione”

di 

29 aprile 2020

WhatsApp Image 2020-04-29 at 14.03.23PESARO – “Faremo di tutto per andargli incontro concedendo l’utilizzo di suolo pubblico in piu’ gratuito e pedonalizzando piu’ aree possibili per consentire alle persone di andare al ristorante e al bar in sicurezza. Penso anche agli aiuti fiscali che pero’ dipendono da quante risorse ci saranno per i Comuni nel prossimo decreto”. Lo spiega alla Dire il sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, che questa mattina ha ricevuto da quasi un centinaio di operatori economici cittadini (bar, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, eccetera), che hanno aderito alla manifestazione nazionale ‘Risorgiamo Italia’ (RILEGGI QUI ALTRO ARTICOLO PU24) promossa dal movimento delle imprese per l’ospitalita’ e dai locali di pubblico spettacolo, le chiavi della propria attivita’. Un gesto simbolico per manifestare l’esasperazione di un settore che potra’ riaprire, in base all’ultimo Dpcm, il primo giugno. “Io condivido la cautela del Governo- dice Ricci-. Questo maggio diventa fondamentale dal punto di vista sanitario e dal punto di vista economico. Se nel mese di maggio dovessimo avere delle ricadute non solo avremmo di nuovo problemi sanitari ma sarebbe una mazzata ulteriore rispetto al lockdown dal punto di vista economico. Significherebbe iniziare quasi daccapo e interrompere una graduale ripartenza anche psicologica. Se i dati miglioreranno il Governo potrebbe anche anticipare alcune riaperture pero’ dobbiamo avere la giusta cautela per non vanificare gli sforzi fatti e saltare l’estate”. Secondo il primo cittadino pesarese infatti “se a maggio continueranno a calare dati del virus potremmo sperare in un estate quasi normale se invece dovesse esserci una ricaduta salterebbe del tutto l’estate 2020″. Al tempo stesso comprende l’esasperazione degli esercenti. “Chiedono risorse e liquidita’ perche’ le attivita’ che hanno chiuso prima e ripartiranno piu’ tardi sono quelle che hanno piu’ bisogno dell’aiuto dello Stato- dice Ricci-. Sono categorie che hanno resistito anche alla crisi economica e negli ultimi anni, a Pesaro, erano state protagoniste del processo per rendere piu’ vivace la citta’. Servono risorse. Noi faremo di tutto per sostenerli. Per ora la tassazione locale e’ solo rinviata ma anche i Comuni stanno subendo la crisi e quindi abbiamo bisogno di un aiuto dello Stato. Se avremo questo aiuto un Comune virtuoso come quello di Pesaro potra’ andare incontro agli imprenditori sulla tassazione locale. I Comuni hanno chiesto allo Stato 5 miliardi e per ora ne sono stati riconosciuti 3. Aspettiamo il decreto”. Ricci conclude poi sul Rof (8 agosto-21 agosto) annunciando che l’amministrazione sta lavorando ad una manifestazione “smart molto piu’ per gli italiani che per gli stranieri”, aggiungendo che “e’ la punta di diamante della nostra offerta culturale e dobbiamo cercare di mantenerla”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>