Minardi presenta un’interrogazione per il sostegno agli affitti delle famiglie in difficoltà economica

di 

11 maggio 2020

Renato Claudio Minardi

Renato Claudio Minardi

ANCONA – Il vice Presidente del Consiglio regionale delle Marche, Renato Claudio Minardi, ha presentato un’interrogazione alla Giunta sul tema del pagamento degli affitti per le famiglie bisognose.

“Il lock down dell’emergenza sanitaria si sta traducendo in una crisi economica che coinvolge sempre più famiglie che hanno visto il reddito ridursi drasticamente se non azzerarsi. Le criticità aumentano per quei nuclei famigliari che devono anche pagare l’affitto. Per questo motivo – dichiara Minardi – ritengo necessario che, anche nella nostra Regione, si adottino adeguate misure di sostegno alle famiglie marchigiane in difficoltà”.

“Dopo l’emergenza sanitaria, per la quale non bisogna ancora allentare l’attenzione, ora sono sempre più chiare le ripercussioni sul reddito delle famiglie, specialmente quelle delle fasce più deboli – continua Minardi – per le quali il pagamento dell’affitto può rappresentare in questo particolare momento un problema enorme, se aggiunto alla diminuzione, alla mancanza o addirittura alla perdita di lavoro. Per evitare che le difficoltà che incontrano gli inquilini diventino un’emergenza sociale, occorre intervenire subito con misure straordinarie”.

I Comuni, infatti, rappresentano da tempo che, dopo le misure di aiuto economico alle famiglie bisognose per i beni di prima necessità attraverso la distribuzione dei ‘buoni spesa’, l’urgenza sociale che va affrontata è proprio quella legata al pagamento degli affitti.

“È necessario che la Regione – conclude Minardi – stabilisca criteri e strumenti per destinare ai Comuni le necessarie risorse, anche integrando quelle assegnate dal Governo nei giorni scorsi, così che questi possano emanare il bando e definire la graduatoria delle famiglie più bisognose di aiuti, dando così una risposta concreta a tanti cittadini che, a causa dell’emergenza legata al Coronavirus, hanno visto aggravarsi la propria situazione economica”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>