Un libro alla settimana: “Homo viator, il pellegrinaggio medievale”

di 

11 luglio 2020

Homo viator il pellegrinaggio medievalePESARO – Caminante, no hay camino: se hace el camino al andar. E’ la frase che ha reso Antonio Machado famoso nel mondo di chi cammina, nel pianeta dei pellegrini. Con  Iacopo da Varazze, frate predicatore e la sua Tempus peregrinationis est tempus presentis vite in quo peregrini et in pugna semper sumus, apre il libro che oggi proponiamo per la consueta rubrica settimanale.
Viaggiare è sinonimo di libertà, ma non si va in pellegrinaggio, si è pellegrini, spiega la quarta di copertina di Homo viator, uomo che viaggia, il libro scritto da Franco Cardini e Luigi Russo, storici medievali noti, soprattutto Cardini, al pubblico televisivo. Se il primo si occupa in particolare dei rapporti tra mondo europeo e civiltà musulmana, il secondo è specialista unico della storia del movimento crociato e dei Normanni in Italia e nell’Oriente latino.
Sono giorni in cui dall’Oficina de Acogida al peregrino (gli uffici che accolgono chi termina il pellegrinaggio più famoso al mondo) in Santiago de Compostela arrivano notizie allo stesso tempo confortanti (anche ieri sono giunti 54 pellegrini) e contraddittorie (nella Spagna che il primo luglio ha riaperto il Cammino di Santiago, sono diverse le comunità confinate, sia in Galicia che in Catalunya, per il ritorno di contagi preoccupanti).
Cosicché alcuni si domandano se quest’anno riusciranno a raggiungere la cattedrale che ospiterebbe – il condizionale è obbligatorio – le spoglie di San Giacomo, apostolo di Cristo.
In attesa di maggiori certezze, se arriveranno, sulla possibilità di intraprendere il Camino, può farci compagnia un libro che ci porta nel passato, partendo dai fondamenti del pellegrinaggio, raccontando le reliquie e i pellegrinaggi nell’Alto Medioevo, proseguendo con pagine che sono una lezione di storia. Un grazie di cuore ai due professori.
Homo viatorIl pellegrinaggio medievale di Franco Cardini e Luigi Russo (La Vela, 16 euro).

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>