Due opere di Banksy e una di Keith Haring in mostra a Candelara

di 

18 luglio 2020

Candelara 047PESARO – Dal 24 luglio al 30 agosto, presso la quattrocentesca Sala del Capitano a Candelara, avrà luogo una mostra collettiva per celebrare i 10 anni di attività espositiva. Era il 3 giugno 2011 quando la Pro Loco inaugurava la prima mostra collettiva; un “progetto zero”, con molti dubbi. La mostra “Luce” ottenne, invece, un grande successo inatteso e da allora, per tutto il periodo estivo, la Pro Loco organizza una serie di mostre ed eventi collaterali.

Quest’anno, nonostante la pandemia, si è deciso di celebrare, attraverso una mostra, questo importante compleanno: saranno una quarantina gli artisti che vi parteciperanno. Tra questi, anche due opere dello street artist più famoso al mondo Banksy ed un’opera dell’americano Keith Haring. I prestiti di tre opere cosi importanti sono dovuti non solo all’importanza della mostra ma, soprattutto, alla collaborazione con il prof.Bruno Ialuna che da anni promuove instancabilmente lo studio, la valorizzazione e la conoscenza della street art. Due opere provengono dalla Collezione Privata Gori, mentre una di Banksy dal Museo Mo.ca di Montecatini Terme.

Altra importante novità è stata la collaborazione con i Musei Civici di Pesaro, grazie alla disponibilità dell’assessore Daniele Vimini e della direzione del Museo: in mostra, arriveranno una ciotola di Nanni Valentini ed un vaso della Fabbrica Mengaroni-Mancini (M.A.P). La presenza di opere provenienti dai depositi dei Musei Civici riconosce l’importanza delle attività espositive organizzate a Candelara in questi anni ma, soprattutto, permetterà in futuro, se la collaborazione dovesse consolidarsi, di poter organizzare altri eventi in cui si possa promuovere la conoscenza del patrimonio nei depositi e di indagare il rapporto degli artisti contemporanei con quelli storicizzati.

La mostra di Candelara, dal titolo “#CandelarArte: dal borgo al mondo. 10 anni di cultura ed amicizia” ha proprio come fine non solo di raccontare i 10 anni di attività attraverso una reunion degli artisti che hanno partecipato alle varie edizioni, ma anche quello d’indagare la ricchezza artistica del nostro territorio e mostrare come questa vivacità sia insita in tutto il Novecento e prosegua nei primi decenni del XXI secolo. Infine, un’ultima sezione della mostra indaga i risultati della street art e cerca di fare il punto della situazione di Pesaro (proprio nei giorni scorsi c’è stato il ritrovamento di alcune opere di paper art di Zed1). Naturalmente la presenza delle opere di Keith Haring e Banksy sono idealmente i due estremi cronologici in cui la street art si afferma e si diffonde tra il grande pubblico ed il punto di arrivo attuale. Presto maggiori informazioni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>