A Montefabbri e al Beato Sante ultime due serate del 17° festival Musicae Amoeni Loci

di 

7 agosto 2020

Simone Sciocchetti

Montefabbri

Montefabbri

MONTEFABBRI e BEATO SANTE – Due splendide serate a conclusione del Festival Musicae Amoeni Loci. “Una diciassettesima edizione leggermente compressa, a posti limitati, ma sempre di grande qualità – ci dice il Direttore Artistico Willem Peerik – dove la partecipazione, l’entusiasmo e la fedeltà del pubblico non ci hanno stupito – continua – in tutti questi anni abbiamo seminato e coltivato bene: con una formula “Artigianale” siamo riusciti sempre ad adattarci alle sfide e a vincerle. La macchina organizzativa del Coro Jubilate di Candelara, le scelte artistiche più opportune e la collaborazione preziosissima di musicisti, enti pubblici e sponsor privati ci hanno dato un’altra grande opportunità che vogliamo chiudere in bellezza e con amore: lo dedichiamo a tutti e, in modo particolare, a chi ha sopportato un anno a dir poco difficilissimo”. Sarà infatti l’amore a manifestare tutta la sua forza, più terrena, umana e sensibile nell’appuntamento di gusto Secentesco di Montefabbri: “Erotiche Malinconie” (il titolo potrebbe sembrare più licenzioso di quel che in realtà è), per poi elevarsi spiritualmente attraverso i brani tratti dal Laudario di Cortona, dalle Cantigas de Sancta Maria e dal Codex Calixtinus di Santiago de Compostela (due forme musicali per i pellegrinaggi in Terra Santa e sulle orme di San Giacomo) che ci porteranno in una dimensione Mariana e Francescana intercalata e valorizzata da splendide letture dantesche.
Il concerto di Montefabbri a cura dell’Ensemble La Flora di Bologna vedrà Alida Oliva, soprano, impegnata in una struttura in quattro blocchi con intermezzi estratti dal “Traité de l’essence et guérison de l’amour, ou De la mélancholie érotique” del medico francese J. Ferrand (1623) con autori che spaziano da Barbara Strozzi, G. F. Sances fino a Claudio Monteverdi. Willem Peerik al clavicembalo, sarà il tessitore di accompagnamenti di basso ostinato e qualche recitativo.

Beato Sante

Beato Sante

Inserito nell’agostana “Festa del Voto” di Mombaroccio al Beato Sante, il concerto nel bosco che circonda il Santuario, sarà una splendida occasione per apprezzare la “francescanità” avvolti tra alberi secolari tanto cari e “miracolosi” grazie alla fede del nobile Giansante Brancorsini di Montefabbri, che dopo il ferimento a morte (per legittima difesa) di un caro amico, decise di mettere da parte il futuro in avvocatura, per indossare il saio. Lo fece scegliendo di non diventare sacerdote, ma espiando in totale umiltà e povertà come “ultimo” tra i frati. Il Coro Polifonico Jubilate di Candelara, coadiuvato dall’Antica Banda di Cornamuse di Sansepolcro, saprà ricreare una splendida atmosfera di antichi pellegrinaggi, viaggi, contaminazioni sonore tra occidente e oriente, tipiche di un medioevo così lontano e così vicino ai nostri giorni. Quattro stelle sopra il cielo di Mombaroccio: la più luminosa quella della Vergine Maria, i due satelliti di San Francesco e Beato Sante e la più piccola, ma non meno splendente, quella poetica di Dante Alighieri, del quale ci apprestiamo a festeggiare il settecentesimo “compleanno” nel settembre 2021. Con il MAL alla prossima 18° Edizione ne vedremo (e ascolteremo) delle belle. Questa è la speranza di tutti e il Festival, nel suo piccolo, si impegnerà a trasformare in un programma concreto e festoso!

Ogni concerto di Musicae Amoeni Loci sarà ad ingresso gratuito, con posti limitati e su prenotazione obbligatoria (per normativa Covid19) con SMS, Whatsapp o chiamando direttamente il 347.755 2274 – 320. 152 4440, via e-mail a: info@musicaeamoeniloci.it. Il programma è disponibile su musicaeamoeniloci.it e allo IAT in Piazzale della Repubblica.

Venerdì 7 agosto, ore 21.15
Montefabbri, Piazza del Castello
EROTICHE MALINCONIE
Ensemble LA FLORA, Bologna

Sabato 8 agosto, ore 21.15
Mombaroccio, Santuario del Beato Sante
FU TUTTO SERAFICO IN ARDORE
Coro Polifonico JUBILATE di Candelara
Willem Peerik. direttore
Antica Banda di Cornamuse di Sansepolcro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>