Trentenne tenta il suicidio alla stazione di Fano: salvato dall’intervento del direttore di Marche Nord Maria Capalbo e da un’avvocatessa

di 

7 agosto 2020

Maria Capalbo

Maria Capalbo

FANO – Un tentato suicidio si è registrato questa mattina alla stazione ferroviaria di Fano dove un 30enne in preda alla depressione sembrava intenzionato a farla finita posizionandosi in mezzo ai binari. A salvarlo la prontezza di riflessi di due donne, tra cui il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Marche Nord Maria Capalbo in partenza per Ancona. Con lei è intervenuta un’avvocatessa di Gubbio alla vista di quel ragazzo fanese intento ad abbandonare uno zaino a terra per poi sedersi sul binario in cui l’altoparlante aveva appena annunciato l’arrivo di un treno in stazione attorno alle 7.40. Le urla e le intimazioni delle due donne hanno fatto desistere il 30enne che è stato tirato di peso sulla banchina. Dopodiché l’arrivo della polizia ha portato ad affidare il giovane alle cure del 118.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>