Gp 70° anniversario, vince Max Verstappen, sul podio le due Mercedes, ottimo 4° Leclerc

di 

10 agosto 2020

SILVERSTONE (Gran Bretagna) – Max Verstappen con una super strategia di gara, rompe l’egemonia della Mercedes e si aggiudica la “replica” del Gp d’Inghilterra denominata “70° Anniversario della F.1”. La Red Bull del giovane olandese utilizza meglio gli pneumatici rispetto alle Mercedes, che a differenza di domenica scorsa non soffrono negli ultimi giri, ma fin da subito. Hamilton, secondo, dopo l’ovvio sorpasso al compagno Bottas, aveva rischiato la strategia di una sosta,ma forse memore di quanto è successo sette giorni fa, ha poi deciso per la seconda fermata, dando il via alla cavalcata finale di Verstappen. Ora vien da chiedersi se questa preoccupante usura degli pneumatici della Mercedes, sia solo un episodio legato alla doppia gara di Silvestone o è un problema che potrebbe creare difficoltà anche nei prossimi gran premi. Vedremo già da domenica prossima in Spagna (sempre che la situazione Covid iberica non si aggravi ancora ), se il “matrimonio” idilliaco tra Mercedes e Pirelli , si è incrinato, o è stato solo un caso. L’unica certezza è che Verstappen e la Red Bull sono al momento gli unici che possono, come oggi, dar fastidio nella singola gara ad Hamilton ed alla Mercedes.

Abbiamo detto sulla singola perchè per il mondiale pensiamo che non ci saranno grosse sorprese , nonostante il binomio Verstappen-Red Bull, quando trovano la sintonia giusta sono veramente pericolosi. Un quarto posto per Charles Leclerc, che da morale alla Ferrari ,conquistato a denti stretti e con tanto mestiere dal giovane monegasco, ma quasi trenta secondi dal vincitore sono ancora troppi Autore anche di un paio di sorpassi da manuale, segno che lui c’è quello che manca è la macchina. Altra disastrosa gara di Vettel,”l’ex” ferrarista, va per l’ennesima volta in confusione , dopo la brutta qualifica di ieri il tedesco si gira subito, costretto a rimontare non va oltre un dodicesimo posto. In un momento difficile come questo per la Ferrari, servirebbe che anche il secondo pilota combinasse qualcosa di positivo, invece Leclerc è sempre più solo per l’economia della squadra. Sopratutto perchè con un calendario “compresso” causa epidemia, non c’è tempo per lavorare sulle monoposto e visto le difficoltà strutturali della SF1.000, entrambi i piloti sono fondamentali per salvare il salvabile di questo campionato nato male per il Cavallino.

TOP TEN

Quinto posto per Alex Albon, a dimostrazione che la Red Bull oggi se tutto gira bene è la seconda forza indiscussa del campionato. Sesto e settimo posto per le due Racing Point, con Stroll e Hulkenberg nell’ordine. Copia o non copia della Mercedes, la monoposto rosa, va meglio in prova che in gara, anche se oggi Hulkenberg sostituto del “positivo” Perez, è stato a lungo in zona podio, ma poi le gomme …guarda caso hanno creato difficoltà anche a loro, con il ripescato tedesco costretto addirittura a tre soste. Ottavo posto per Ocon, che dopo l’uscita d Ricciardo porta ancora punti pesanti alla Renault. Un po’ più in ombra del solito Lando Norris, nono e mai in gara, il pilota della McLaren, è stato anche “sverniciarto” da Leclerc con un sorpasso da brividi. Chiude la zona punti la Alpha Tauri di Kvjat, che relega fuori dai punti il compagno Gasly,ieri velocissimo in prova.

Fra sette giorni salvo non augurabili sorprese, si va in Spagna a Barcellona, Verstappen e la…Pirelli saranno ancora in grado di rovinare la festa alle Mercedes, o tutto ritornerà nella scontata logica Hamilton-Mercedes. Mentre l’…unica Ferrari quella di Leclerc, con qualche ritocco dell’ultimo momento sarà in grado di avvicinarsi alla Mercedes ed alla Red Bull ?.

ORDINE D’ARRIVO GP 70° ANNIVERSARIO

  1. VERSTAPPEN – RED BULL

  2. HAMILTON – MERCEDES

  3. BOTTAS – MERCEDES

  4. LECLERC – FERRARI

  5. ALBON – RED BULL

  6. STROLL – RACING POINT

  7. HULKENBERG – RACING POINT

  8. OCON – RENAULT

  9. NORRIS – McLAREN- RENAULT

  10. KVJAT – ALPHA TAURI

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>