Agenti aggrediti a Villa Fastiggi, Baldelli (FdI): “Copione di sempre. Ignorati dalle istituzioni”

di 

20 agosto 2020

Francesco Baldelli

Francesco Baldelli

PESARO – “Ennesima aggressione contro gli agenti del carcere di Pesaro. Difendiamo chi lavora ogni giorno per difenderci e protestiamo contro chi si disinteressa della nostra sicurezza”. Francesco Baldelli, candidato alle elezioni Regionali nella lista di Fratelli d’Italia, interviene a difesa dei poliziotti aggrediti: “L’ennesimo episodio di “maladetenzione” al carcere di Pesaro ha prodotto il solito risultato: poliziotti feriti (nove) e caos generato dalla furia di un detenuto extracomunitario di 23 anni, che ha menato pugni e calci contro gli agenti rei, secondo il giovane, di avergli interrotto la videochiamata con i famigliari – spiega Baldelli, che è anche  vice presidente nazionale dell’Anci -. Per i poliziotti 10 giorni di prognosi, per il detenuto una denuncia per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Tutto bene? Non proprio.

E’ una situazione al limite, quella del carcere di Pesaro, su cui eravamo già intervenuti a giugno, denunciando l’escalation di episodi violenti soprattutto ai danni della polizia penitenziaria che spesso si trova a dover operare senza strumenti efficaci e sostegno da parte delle istituzioni e organismi preposti, specialmente nella situazione critica dettata dal Covid – ricorda Baldelli -. Lo stesso segretario regionale Uspp Marche, Alessandro Scognamiglio ha definito “giorni di fuoco” quelli che si vivono, da qualche settimana, a Villa Fastiggi, elencando una serie di situazioni che mettono in serio pericolo la sicurezza di chi vi lavora: solo in agosto un detenuto ha sputato in faccia a un agente, alcuni poliziotti si sono feriti nel fermarne un altro che stava cercando di tagliarsi con una lametta, e il rischio di subire aggressioni è all’ordine del giorno, senza poi considerare che in molti casi, secondo il sindacalista “è meglio prendere botte che finire sotto processo per detenuti che si dovessero far male”. A giugno anche noi di Fratelli d’Italia avevamo protestato davanti al carcere per manifestare piena solidarietà alle Forze dell’Ordine – continua il candidato di Fdi – a sostegno dei diritti e della dignità degli uomini e delle donne della #PoliziaPenitenziaria, per garantire loro migliori condizioni di lavoro e di sicurezza. Nonostante ciò, la direzione del carcere di Pesaro poco o nulla ha fatto per migliorare la gestione del personale di Polizia Penitenziaria, continuando a distribuire turni e posti di servizio in modo disomogeneo ed autoritario, sottovalutando situazioni igieniche e di sicurezza che sono oramai al limite, con una ricaduta negativa e devastante che rende il clima lavorativo, già di per sé difficile e complesso, carico di tensione e malumore, come dimostrano le recenti aggressioni ai danni dei poliziotti da parte della popolazione detenuta.
Questo è inaccettabile e non può essere più tollerato in uno Stato di diritto – conclude Baldelli – : noi siamo pronti a batterci a fianco delle Forze dell’Ordine e dei cittadini per il nostro Diritto alla Sicurezza”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>