Con Epoca By Night il fascino delle auto d’epoca incanta la Palla di Pomodoro

di 

20 agosto 2020

PESARO – “EPOCA BY NIGHT” ideata da “ Terra di Piloti e Motori” e realizzata grazie alla collaborazione con il Club Autostoriche Pesaro “ Dorino Serafini”, mercoledì sera ha dato un tocco glamour a questa …particolare  e purtroppo restrittiva estate pesarese. 27 gioielli d’epoca, con “damigelle“ d’onore diverse Vespe e Lambrette ovviamente d’antan, esposte nella piazza che ospita il simbolo d’eccezione di Pesaro : la Palla di Pomodoro, arricchita dal suggestivo dipinto della “Madonna con la seggiola” in omaggio a Raffaello, non potevano suscitare curiosità per una serata diversa e speciale per i turisti, ma anche per la classica passeggiata serale dei pesaresi. Un percorso attraverso la storia dell’auto quello esposto, ovviamente non lineare, perchè per rappresentare oltre un secolo di storia dell’auto, non è sufficiente come spazio neanche il …Colosseo.  Per presentare “Epoca  by night” partiamo dalla “Balilla” del 1934, l’auto più datata presente, affiancata da una Fiat 508 “carrozzata speciale”, affascinanti e oggetto di mille flash anche le bellissime Mercedes 190, 170 e  “Ponton”, in varie versioni, Cabriolet e Berlina . Sempre amato il cuore sportivo dell’ Alfa Romeo con la Giulietta Spider Veloce, e diversi modelli di “Duetto”, per il marchio del Biscione presenti la GT Junior, e GTV 2.0. Proseguiamo questo nostro…giro con le Fiat, dove spiccava su tutte la mitica “600”,presente con il modello del 1955, di proprietà dell’appassionata cittadina Sammarinese Nancy Stefanelli, la “Lady 600” come è stata definita, ha percorso svariati chilometri in giro per l’Europa, come tiene a sottolineare senza alcun problema. Ed ancora per l’industria di Mirafiori , 850 Spider ,124 sempre Spider , ed uno dei fiori all’occhiello del marchio torinese una rara “Dino” Spider in livrea giallo Ferrari, la macchina che ha segnato il connubio non solo proprietario ma anche tecnico fra Torino e Maranello, infatti sotto il cofano, pulsa il leggendario 2.000 6 cilindri “Dino”, che porta il nome del primogenito di Enzo Ferrari per suo volere ,perchè nasce da un progetto dello sfortunato e amato figlio.  Ammiratissimo anche il Maggiolino 1.200 del 1963, una macchina che ha fatto epoca, ed ancor oggi detiene un particolare primato, è il quarto modello al mondo come numero di prodotti con oltre 21 milioni di esemplari dal 1938 al 2003. La Lancia altro marchio italiano, purtroppo oggi sulla strada del tramonto, era rappresentata dalla Flavia Berlina 1,8 e dalla stupenda Fulvia Coupè  1,3 “HF“, nel classico color amaranto, regina dei rally negli anni ’70 e sogno …proibito di tanti giovani di allora. Non poteva mancare la Porsche con una bella “911 Carrera Targa”, una “924”, la prima macchina di Stoccarda a motore anteriore, ed una vera “chicca”, ovvero la potente e cattivissima “997 GT 3 Rs”. Questo modello del 2007, nel suo particolare colore arancione , quello ufficiale della presentazione, è l’unica macchina da corsa omologata per uso stradale. Guardando l’età ovviamente non  può essere considerata d’epoca , ma è stata invitata dagli organizzatori proprio per “chiudere” il cerchio fra il passato ed il …futuro delle auto d’epoca. Altre ammiratissime ed oggetto  di selfie le due Ferrari, presenti, una “348 TS” e la maestosa “Testa Rossa”. Così come la “mostruosa” in tutti i sensi Lamborghini “Diablo”, per la sua imponenza e per il motore di 5,7 litri da oltre 500 cv e velocità diciamo da non… dichiarare, stra ammirata e fotografata.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sul palco a premiare i partecipanti con l’esclusiva “Targa” smaltata di questa prima edizione di “Epoca by Night”, l’Assessore Regionale Andrea Biancani promotore della legge che ha dato vita a “ Terra di Piloti e Motori”, il Presidente Ingegner Alberto Paccapelo e la Direttrice ,oltre che “deus ex machina” dell’evento Raffaella Rossini. Coadiuvati dal Presidente del “Dorino Serafini” Carlo Tamburini e dall’appassionato e cultore delle due ruote ,il vice-Presidente del sodalizio Danilo Crescentini, che ha presentato con la sua competenza le “damigelle” d’onore a due ruote. L’Assessore Biancani e la Direttrice Rossini, dopo aver spiegato la fondamentale mission di Terra di Piloti ,  ovvero la promozione del territorio pesarese e marchigiano attraverso il moto e l’auto turismo, con iniziative a carattere nazionale ed internazionale anche su stampa e televisioni, hanno ringraziato congiuntamente al “Dorino Serafini” le istituzioni locali per la disponibilità nel rendere possibile “Epoca by Night” in un momento così difficile. Per la cronaca il comportamento dei tanti presenti è stato  responsabile alle regole anti-Covid, a parte qualche …sgarro di qualche secondo per un selfie.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>