Juan Diego Flórez ha voluto a Pesaro un fantastico concerto rossiniano: venerdì in teatro e in diretta a Rocca Costanza e su medici.tv

di 

20 agosto 2020

Presagio2008PESARO – Il giorno dopo la conclusione del ROF, venerdì 21 agosto, Pesaro vivrà, un evento straordinario, il concerto organizzato dalla Rolex che si terrà nel Teatro Rossini  e sarà trasmesso, gratuitamente, nell’arena per il cinema allestita a Rocca Costanza. Pesaro sarà in grande compagnia, con Parigi e Berlino, nelle tre date che, nei fatti, registreranno una grande promozione per la città e per il Rossini Opera Festival. “È la prima volta importante per un rapporto privato-pubblico nell’utilizzo del nostro teatro”, ha commentato il sovrintendente Palacio.
“Il concerto Rolex (che nei fatti ha come titolo “Perpetual Music” Concert; ndr) nasce da un’idea davvero notevole: aiutare i cantanti  che hanno dovuto fermarsi causa Coronavirus – aggiunge Palacio -. La Rolex ha tre ambasciatori nel mondo della musica: Juan Diego Flórez, Sonya Yancheva e Rolando Villazón. Avevano  pensato di fare cantare Florez a Vienna, Yancheva a Berlino e Villazón a Parigi, ma Flórez ha detto: “No, preferisco a cantare a Pesaro”.  Loro hanno accettato la data, il Comune ha concesso il teatro.  Sarà un programma rossiniano, in collaborazione con il ROF, che facciamo anche con medici.tv che trasmetterà la serata in diretta mondiale. Ne abbiamo approfittato per trasmetterla anche a Rocca Costanza. La nostra collaborazione è servita anche alla scelta degli interpreti…”.
Dunque, Flórez, che a Pesaro si trova benissimo (l’altra sera era a cena con amici da Alceo, al Club Nautico, mentre a pochi passi, al Cozza Amara, in Strada tra I Due Porti, cenavano insieme Valentino Rossi e Massimo Ambrosini), ha detto no a Vienna, a una delle capitali della musica, per portare a Pesaro un grande evento, che il tenore peruviano ha voluto rossiniano.
Questo il programma:
La donna del lago
Cavatina alternativa di Giacomo T’arrendi mesto al pianto: Juan Diego Flórez.
Il barbiere di Siviglia
Cavatina di Figaro Largo al Factotum: Davide Luciano
Aria di Don Basilio: La calunnia è un venticello: Nicola Ulivieri
La donna del lago
Rondò di Elena Tanti affetti in tal momento: Eleonora Buratto
La scala di seta
Aria di Giulia Il mio ben sospiro e chiamo: Marina Monzó
Armida
Ballo, Tema con variazioni D’amor al dolce impero: Karine Deshayes
La Cenerentola
Aria di Ramiro: Sì, ritrovarla io giuro: Pietro Adaíni
Scena di Cenerentola Nacqui all’affanno, e la pianto: Cecilia Molinari
Semiramide
Cavatina di Semiramide Bel raggio lusinghier: Nino Machaidze
Recitativo Sì, vi sarà vendetta e Aria di Assur Deh… ti ferma… ti placa… perdona…: Nahuel Di Pierro
Guillaume Tell
Romance de Mathilde Sombre forêt: Mariangela Sicilia
Il viaggio a Reims
Duetto Melibea-Conte di Libenskof: D’alma celeste, Oh Dio!: Juan Diego Flórez e Cecilia Molinari
Sestetto Zitti!… Non canta più: Juan Diego Flórez (Libenskof), Marina Monzó (Madama Cortese), Cecilia Molinari (Marchesa Melibea), Davide Luciano (Don Alvaro), Nahuel Di Pierro (Barone Trombonok), Nicola Ulivieri (Don Profondo).
Un programma fantastico! Gli appassionati che non volessero perderlo e non potranno recarsi a Rocca Costanza, dove l’accesso inizierà alle ore 19, se sono interessati, possono abbonarsi amedici.tv. L’abbonamento annuale costa 59 euro e consente di vedere anche i tre Concerti voluti dalla Rolex.
Oltre a quello di Pesaro, il concerto di Sonya Yancheva è in programma alle ore 20 dell’1 settembre a Berlino, nella Staatsoper Unter den Linden. Nel cast, col soprano bulgaro, il tenore Charles Castronovo, il baritono Alfredo Daza, il basso Michael Volle, i soprani Fatma Said e Ekaterina Siurina.  In programma brani di Franz Schubert, Franz Schubert, Giuseppe Verdi, David Popper, Giacomo Carissimi, Charles Fox, Alexander Skriabin, Sergei Rachmaninov, Francis Poulenc, Richard Wagner e Leonard Bernstein.
Il 3 settembre, a Parigi  (Opéra National de Paris – Palais Garnier), si esibirà il tenore messicano Rolando Villazón, con la partecipazione del violinista francese Renaud Capuçon. Nel cast anche Zachary Wilder (tenore), Céline Scheen e Samuel Mariño (soprano), Adèle Charvet e Luciana Mancini (mezzosoprano), Valer Barna-Sabadus (controtenore) e Dingle Yandell (basso.baritono). In programma musiche e brani di Maurizio Cazzati, Claudio Monteverdi, Stefano Landi, Antonio Sartorio, Luigi Rossi, Cristoforo Caresana, Ariel Ramírez, Johann Sebastian Bach, Fdelix Mendelssohn-Bartholdy, Albert Dietrich, Wolfgang Amadeus Mozart, Richard Strauss, George Gershwin,  Henri Vieuxtemps, Camille Saint-Saëns e Gustav Mahler.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>