Rally di San Marino, scatta domani la seconda prova del campionato italiano terra

di 

28 agosto 2020

SAN MARINO – Tutto pronto per il secondo round del prestigioso Campionato Italiano Rally Terra,(CIRT), che scatterà domani, sabato,alle 7,57 dal Centro Multieventi della Repubblica del Titano. Anche questa 48° edizione di uno dei rally più amati e seguiti è caratterizzata dall’osservanza da parte degli organizzatori del protocollo “anti-Covid”. Paddock con accesso limitato a piloti e team, niente parata serale a Riccione, che ha riscosso negli ultimi anni un notevole successo, ed ovviamente una raccomandazione agli appassionati che andranno sulle prove speciali di rispettare le regole di distanziamento e di protezioni, oltre che per la sicurezza personale, per facilitare l’operato dei commissari e degli stewards addetti al percorso ed impegnati a controllare lo svolgimento della gara.

Tutti presenti gli specialisti dello sterrato, a partire da Paolo Andreucci, l’undici volte campione italiano e vincitore di 4 edizioni del San Marino, si presenta sotto il Titano come il favorito, dopo la vittoria della prima prova in Toscana. Ritorna al suo fianco Anna Andreussi, navigatrice e consorte del campione garfagnino, quest’anno presentatosi con la performante Citroen C3 R5, dopo aver scritto il suo lungo “albo d’oro” con la Peugeot. A sfidare la coppia regina dei rally nazionali, ci saranno : il romagnolo Simone Campedelli navigato da Tania Canton con la Volkswagen Polo R5. Campedelli secondo in classifica, è uno che su gli sterrati di San Marino è sempre stato fra i protagonisti. Terzo in classifica è Giacomo Costenaro, il pilota veneto con alle note Justin Bardini, proverà con la sua Skoda Fabia R5, a riscattare il ritiro dello scorso anno. Occhi puntati anche sul pilota di casa Daniele Ceccoli,in coppia con Capolongo, il veloce funambolico sammarinese quest’anno al volante della Hyundai i20 R5, cercherà l’impresa sfuggitagli lo scorso anno. Grande attesa anche per il ritorno di Umberto Scandola, eterno rivale di Andreucci, il veronese vincitore a San Marino nel 2013, ritorna nel Campionato Terra con alle note Guido D’Amore per prendere confidenza con la Hyundai i20 R5. Un gradito ritorno sugli sterrati italiani dopo la partecipazione nel campionato del 2017, è quello del giovanissimo campione boliviano Marquito Bulacia, impegnato ora nel Mondiale. Il diciannovenne sudamericano sarà al via del San Marino con la Skoda Fabia R5, ed è uno che ha le carte in regola per puntare in alto. Il menù di spettacolo che offre sempre il Rally di San Marino è arricchito dalla prima gara del Tricolore Junior, riservato alle giovani promesse, dalla validità per la Coppa Rally di Zona (Emilia-Romagna, San Marino e Marche). Al via anche le “Storiche”, che sono giunte alla terza gara stagionale. Chiudono la lista le “ Cross Country” anche loro alla terza prova tricolore. Anche per gli spettacolari fuoristrada gli sterrati sammarinesi e marchigiani, vedranno sfidarsi il pluricampione Lorenzo Codecà con la sua Suzuki Gran Vitara T1 ufficiale e Manuele Mengozzi con la Mitsubishi Pajero T1. Il Rally di San Marino come sempre “abbraccerà” la provincia pesarese, infatti 6 delle nove 9 prove speciali della gara si disputano nella zona fra Lunano, Piandimeleto e Belforte all’ Isauro. Per informazioni dettagliate sugli orari ed il percorso consigliamo di consultare il sito: www.Aci Sport.it nell’apposita sezione o quello del rally.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>