Vis Pesaro – Ascoli a porte aperte per un massimo di 1000 spettatori

di 

4 settembre 2020

Vis Pesaro 1898

Mister Giuseppe Galderisi seduto nei seggiolini del Benelli

Mister Giuseppe Galderisi seduto nei seggiolini del Benelli

PESARO – La società Vis Pesaro 1898 comunica che la gara di domenica 6 settembre, ore 18:00, al Tonino Benelli contro l’Ascoli Calcio, si giocherà a porte aperte con un massimo di 1000 posti d’accesso sugli spalti dello stadio, nel rispetto del decreto n. 232 del 13 agosto della Regione Marche.

I biglietti sono in vendita da oggi alle 15:00 sul circuito Vivaticket e in tutti i punti vendita che lo possiedono (qua la lista nella provincia di Pesaro e Urbino). La vendita chiuderà a gara iniziata, alle 18:45 circa. È preclusa la vendita ai residenti nella provincia di Ascoli Piceno. Il settore ospiti rimarrà quindi chiuso. Una volta acquistato il biglietto non sarà possibile fare il cambio nominativo. I prezzi sono:

– 10 euro prato e laterale + diritti di prevendita,

– 15 euro tribuna centrale + diritti di prevendita.

La società, in base alla normativa Figc, consiglia l’arrivo allo stadio con largo anticipo, così da permettere il distanziamento sociale nella fila ed evitare code inutili. Al momento dell’ingresso a ogni spettatore verrà rilevata la temperatura, la quale dovrà essere inferiore ai 37,5 gradi, altrimenti lo spettatore non potrà entrare. Sarà obbligatoria la mascherina, sia durante la fila che durante il percorso dall’ingresso al proprio posto numerato.

Il bar in ogni settore sarà chiuso e tutti gli ambienti sono sanificati. I tifosi dovranno obbligatoriamente rimanere seduti nei loro posti indicati. In caso di spostamenti è obbligatorio l’uso della mascherina.

Una volta terminata la partita gli spettatori dovranno uscire con cautela, evitando assembramenti e code. Verranno segnalati, dalle persone addette alla sicurezza, i percorsi da seguire per far sì che tutto venga facilitato.

Vi chiediamo il massimo della collaborazione e il totale rispetto delle regole. Saremo una delle prime società in Italia a permettere l’ingresso degli spettatori allo stadio. Perciò, visto che non si tratta di campionato ed è una sorta di test, qualora ci dovessero essere comportamenti errati o inadempimenti, il rischio è quello di non poter vedere la partita in presenza per tutta la stagione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>