Finisce 1-1 l’amichevole Vis-Ascoli, prima partita al Benelli a porte “semi-aperte”

di 

6 settembre 2020

Vis Pesaro - Ascoli nel Benelli che sperimenta il distanziamento sociale sugli spalti

Vis Pesaro – Ascoli nel Benelli che sperimenta il distanziamento sociale sugli spalti

PESARO – Sette mesi dopo Vis-Vicenza del 9 febbraio, il pubblico pesarese è tornato a vedere una partita della Vis al Benelli. L’amichevole Vis Pesaro – Ascoli è stata infatti aperta al pubblico fino al massimo consentito di mille spettatori dall’attuale ordinanza regionale. 

La partita è terminata 1-1 con una buona Vis che si è fatta a lungo apprezzare al cospetto di un Ascoli di categoria superiore qual è la Serie B, ma più attardato a livello di preparazione e di assemblaggio. Vis in vantaggio con colpo di testa di Lelj dopo 17 minuti sugli sviluppi di corner battuto da Ejjaki e rifinito da Marchi. Curiosità, Tommaso Lelj segna il primo gol al Benelli post-Covid con l’Ascoli, così come aveva segnato l’ultimo gol pre-Covid col Vicenza. La Vis gioca e riscuote applausi, l’Ascoli controbatte e trova il pareggio di testa con Franzolini che all’85° si fa un bel regalo nel giorno del suo 17esimo compleanno.

Questo ha detto il campo, gli spalti hanno invece raccontato di uno stadio mai visto: mascherine obbligatorie, posti a sedere distanziati, termoscanner, percorsi preimpostati in entrata e uscita, bar rigorosamente chiusi. Il pubblico del Benelli ha risposto con senso di responsabilità al primo esame post-covid.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>