La penisola artificiale sul Foglia diventa una spiaggia. Il passaggio delle barche è sempre più stretto

di 

6 settembre 2020

PESARO – Le barche lasciano gli ormeggi sul Foglia, una alla volta, in fila indiana, prendono il mare. Altre rientrano, forse dopo una battuta di pesca. Per risalire il fiume, devono attendere che passino le barche che escono. In due contemporaneamente sarebbe un problema. Come nel Canale di Corinto.
Una volta – alla foce del fiume Foglia – non c’erano problemi. Li ha causati la cattiva idea e costosa idea di realizzare un “pennello”. Un molo che dopo pochi mesi era già fatiscente, pericoloso, con i lastroni di cemento che hanno ceduto presto. Osservate una delle fotografie e capirete meglio, se non conoscete già la questione: una pesante lastra è stata ribaltata dalla furia del mare ed è pericolosa per chi si avventura sul “pennello” che forma lo “Stretto del Foglia”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un obbrobrio, il simbolo dell’inutilità; in sintesi, dello spreco di denaro pubblico.
Che prosegue ogni volta che la Natura si prende la rivincita sull’incapacità dell’uomo.
I giochi delle correnti e delle mareggiate obbligano a intervenire con una ripetitività che dovrebbe indurre politici e amministratori a riflettere prima di lanciarsi in inutili opere pubbliche, meno che meno in proclami fondati sul nulla. Come accadde quando il “pennello” fu inaugurato. Il progetto di realizzare il “pennello” per allungare la protezione dell’argine nord del  fiume Foglia era fondato sul nulla e non aveva previsto le conseguenze il dispendio di risorse.
Purtroppo, oltre al denaro speso inutilmente per la realizzazione, ci sono le conseguenze, altrettanto costose.
Da anni, alla foce del fiume si forma una penisola di ciottoli, che occorre eliminare per evitare prima che diventi una diga (in)naturale, con conseguente tracimazione delle acque del fiume e l’impossibilità per le imbarcazioni di mollare gli ormeggi e di prendere il mare.
Abbiamo contato 96 passi dal “pennello” alle acque del fiume. Una spiaggia in più per chi ama prendere il sole o pescare. Le fruizioni possibili di un “pennello” che dovrebbe fare arrossire gli amministratori che l’hanno voluto.

Un commento to “La penisola artificiale sul Foglia diventa una spiaggia. Il passaggio delle barche è sempre più stretto”

  1. Kerax scrive:

    Oltre che essere inutile e degradata forse una delle poche opere che è stata conclusa

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>