Nuovo Piano di protezione civile approvato dalla giunta delle Marche e Prefettura

di 

9 settembre 2020

regione-marchePESARO – La Giunta della Regione Marche, di concerto con la Prefettura di Pesaro e Urbino, ha approvato con delibera del 5 agosto scorso il nuovo Piano di protezione civile della provincia di Pesaro e Urbino.

A distanza di 24 anni dal precedente Piano, il documento, elaborato grazie alla partecipazione ed all’impegno delle varie componenti istituzionali interessate al tema e riunite in apposito gruppo di lavoro coordinato dalla Prefettura, disciplina le procedure di allerta e le conseguenti azioni operative del sistema di protezione civile e contiene una descrizione approfondita di tutti gli scenari di rischio, in linea con le recenti previsioni introdotte dal D. Lgs. 1/2018 (Codice della Protezione Civile).

Il Piano, calibrato sulle peculiarità del territorio provinciale ed al contempo dotato della flessibilità necessaria a garantirne un costante aggiornamento nel tempo, tiene conto anche della necessità di una piena osservanza, nel periodo di crisi epidemiologica in atto, delle misure di contenimento del contagio da COVID-19, al verificarsi di situazioni di emergenza concomitanti, a tutela dell’integrità fisica della popolazione e degli stessi operatori di protezione civile.

La attuazione del documento è assicurata, oltre che da una articolata descrizione degli aspetti demografici e geomorfologici del territorio, anche da un ampio corredo di tabelle e grafici, capaci di fornire in modo sintetico ma completo un quadro complessivo della realtà di questa provincia e di tutte le informazioni necessarie per garantire una risposta tempestiva ed adeguata ad ogni eventuale situazione emergenziale.

Al Piano provinciale saranno dedicate, entro l’anno in corso, due specifiche iniziative a cura della Prefettura e della Regione Marche: la prima sarà costituita da una giornata di presentazione dei contenuti del documento, alla quale saranno invitati a partecipare tutti i soggetti componenti del sistema provinciale di protezione civile e gli organi di stampa; l’altra, di natura più strettamente operativa, consisterà in una specifica esercitazione sugli interventi previsti in uno degli scenari di rischio delineati dal Piano.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>