Il 21 settembre la Giornata mondiale Alzheimer. l’Aima Pesaro c’è

di 

19 settembre 2020

 

AlzheimerPESARO – Il 21 settembre si celebra la XXVII Giornata mondiale dell’Alzheimer, ricorrenza in cui l’Aima Pesaro (Associazione italiana malattia di  Alzheimer) ha sempre promosso eventi e allestito banchetti “per non dimenticare chi dimentica”, come recita il suo motto. Quest’anno purtroppo, a causa dell’emergenza sanitaria, l’associazione non organizzerà iniziative pubbliche, ma non per questo è meno vicina ai malati e loro famiglie.

Le rose che ogni anno donavamo a chi si fermava ai nostri presidi informativi – spiega il presidente Aima Pesaro, Stefano Quattrini – le offriamo, virtualmente, a tutto il personale sanitario, in particolare alle operatrici e gli operatori, che sono stati in prima linea negli ospedali, nelle Rsa e sul territorio, contribuendo con tutti i mezzi disponibili ad arginare questa pandemia“. “L’emergenza Covid-19 ha impattato pesantemente anche su tutte le situazioni di maggior fragilità, come quelle delle famiglie che convivono con l’alzheimer – aggiunge Quattrini – e a tutt’oggi, per quanto percepiamo come associazione, la situazione stenta a ritornare alla normalità. La mancanza di momenti di socialità e il timore del covid hanno acuito il senso di solitudine e la tendenza all’isolamento da parte delle famiglie con alzheimer, bisognose di un sostegno“.

La notizia positiva è che l’Aima Pesaro c’è, con tutto il suo impegno solidale in favore di pazienti con alzheimer e loro famiglie, che proprio quest’anno compie vent’anni. Anche se ha dovuto sospendere la presenza e le attività all’interno di residenze sanitarie e centri diurni (Cafè alzheimer, musicodanzaterapia…), l’associazione è sempre rimasta attiva, seppur a distanza, e raggiungibile dalle famiglie (al telefono 346.0747068, o alla mail info@aimapesaro.com), e ha continuato ad offrire un servizio di assistenza domiciliare con operatori qualificati, per  alleviare un po’ i familiari dal carico dell’assistenza dei propri cari.

Al momento l’Aima, che conta 50 soci, assiste cinque famiglie a Pesaro e ha in progetto, a breve, di poterne assistere dieci su Fano. Per questo, non cessa di raccogliere fondi – attraverso 5 per mille, progetti e donazioni da parte di amici e sostenitori – e di cercare nuovi volontari, disponibili anche a formarsi per poter essere al fianco dei malati di alzheimer con la necessaria preparazione.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>