Comitato Ordine e Sicurezza Pubblica: nuova intensificazione nei controlli anticontagio

di 

6 ottobre 2020

Prefettura di Pesaro-Urbino

PESARO – Un rinnovato impegno del territorio a garantire elevati livelli di attenzione sul rispetto delle misure “anti-covid”, affiancando agli interventi di sensibilizzazione e prevenzione una più incisiva azione di contrasto e sanzione delle condotte irrispettose delle prescrizioni di legge: sono questi gli esiti del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, tenutosi nella mattinata di oggi presso la Prefettura di Pesaro e Urbino e presieduto dal Prefetto Vittorio Lapolla, alla presenza delle autorità sanitarie, delle principali amministrazioni locali, dei vertici delle Forze di Polizia, dei Vigili del Fuoco, dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro e dell’Ufficio Scolastico Provinciale.

La Prefettura di Pesaro in piazza del Popolo

Pesaro piazza del Popolo

L’incontro delle massime autorità provinciali coinvolte nell’emergenza epidemiologica in atto si è reso necessario in ragione dei rischi connessi ad una possibile seconda ondata di contagi da “Coronavirus”, in relazione al trend nazionale che, contestualmente alla ripresa delle attività didattiche presso gli istituti scolastici, ha recentemente posto in luce un preoccupante aumento dei casi di positività al virus.

In sede di Comitato, a fronte dell’analisi dell’attuale curva epidemiologica provinciale, che allo stato risulta stazionaria e non tale da destare particolari livelli di allarme, è stata condivisa la necessità di perseverare ed anzi implementare la sinergica azione di sensibilizzazione ed informazione in favore della comunità territoriale, puntando su una maggiore consapevolezza in merito alle prescrizioni di sicurezza, ed in primis in ordine al costante e corretto uso della mascherina protettiva in conformità alle prescrizioni contenute nella recente ordinanza del Presidente della Regione Marche n. 36 del 3 ottobre scorso. La stessa, nell’imporre l’obbligo di utilizzo del DPI sul tutto il territorio regionale e durante l’intero arco della giornata anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico e negli spazi pubblici in caso di formazione di assembramenti, definisce pertanto un modello comportamentale la cui eventuale inosservanza sarà oggetto di specifica attenzione a cura delle Forze di Polizia e delle Polizie locali, che all’uopo intensificheranno i controlli presso i consueti luoghi della movida e le aree del centro cittadino maggiormente frequentate da residenti e visitatori, attuando inoltre azioni mirate alle fasi di accesso e di uscita degli studenti presso gli istituti scolastici. 

Separata attenzione sarà dedicata al tema del trasporto pubblico, segnatamente quello posto a fruizione della popolazione studentesca, al quale verranno riservate specifiche riunioni con la partecipazione dell’Ufficio Scolastico Provinciale.

Sarà intensificata, altresì, l’attività di ispezione e vigilanza assicurata dal gruppo interforze coordinato dal locale Ispettorato territoriale del lavoro circa il rispetto delle disposizioni poste a presidio dei dipendenti presso aziende ed attività imprenditoriali della provincia.

E’ stata infine confermata la centralità, come fin dall’inizio dell’emergenza sanitaria in corso, del ruolo delle Autorità sanitarie, instancabilmente impegnate sul campo per una efficace e tempestiva risposta alle esigenze di pubblica tutela, e di quello delle Amministrazioni locali, chiamate ad intervenire non solo attraverso l’azione sanzionatoria, ma anche ed ancora prima sulla sensibilità e sulla responsabilizzazione della cittadinanza, al cui senso civico tutte le istituzioni del territorio si appellano per una coesa strategia di contrasto al contagio virale a tutela di se stessi e dell’intera comunità di questa provincia.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>