Coronavirus, contagiato anche l’ex Nba Nikola Peković, 34 anni

di 

10 ottobre 2020

Nikola Peković schiaccia contro Dallas (foto dalla pagina Facebook del giocatore)

Nikola Peković schiaccia contro Dallas (foto dalla pagina Facebook del giocatore)

PODGORICA (Montenegro) – Una notizia all’attenzione di tutti, soprattutto dei più giovani che credono di essere immuni al Covid-19 e non si preoccupano che con i loro comportamenti possono contagiare genitori, nonni e altri familiari.

La notizia viene da Podgorica, capitale del Montenegro. Ve la traduciamo come l’ha scritta il lancio di telegraf.rs, il quotidiano serbo che ha anticipato la notizia, subito ripresa in tutto il mondo.
Nikola Peković, ex giocatore dei Minnesota Timberwolves, la squadra per cui lavora il pesarese Gianluca Pascucci, è ricoverato in gravi condizioni  nel Klinički centar Crne Gore, ospedale di Podgorica, contagiato dal Coronavirus. Scrive telegraf.rs, che Peković è per una presumibile infezione a entrambi i polmoni.
Le cattive notizie sono arrivate dal Montenegro – scrive telegraf.rs -, dove l’ex giocatore di pallacanestro, ma anche ex presidente del Partizan Belgrado, montenegrino di Bijelo Polje, 34 anni è ricoverato in condizioni preoccupano per un’infiammazione a entrambi e polmoni causata dal Coronavirus. Secondo le informazioni che ha potuto raccogliere Telegraf, Peković ha presentato i sintomi del virus alcuni giorni fa e nel frattempo le sue condizioni sono peggiorate al punto che è sotto costante assistenza medica nell’ospedale di Podgorica.
Nikola Peković è stato uno dei migliori giocatori europei. Dopo avere iniziato la sua carriera nell’Atlas Belgrado, è passato al Partizan, quindi al Panathinaikos Atene, voluto da Obradović, con il quale ha vinto l’Eurolega 2009. Quindi sette stagioni in Nba, a Minneapolis, dove è stato bloccato da tanti problemi ai piedi che hanno anticipato la fine della sua carriera. Dal 2015 al 2017 è stato presidente del Partizan, sostituendo Predrag Danilović. Attualmente, è team manager del Montenegro, dove nella stagione 2018/19 ha allenato Jasmin Repeša, allenatore della Carpegna Prosciutto Pesaro.
Per la cronaca, Peković è alto 2 metri e 11, un armadio, eppure lotta per la vita in un letto dell’ospedale di Podgorica. Anche se, nel momento in cui scriviamo, i familiari, contattati da sportando.basketball, hanno dichiarato che Nikola è in condizioni stabili e, contrariamente a quanto scritto da telegraf.rs, respira autonomamente, senza assistenza meccanica.
In ogni caso, chi vuole capire, capisca, e possibilmente si adegui alla situazione che stiamo vivendo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>