La 3^ Coppa Faro va a Stefano Peroni che fa il bis col 2019. Sugli scudi anche i piloti pesaresi

di 

12 ottobre 2020

Stefano Peroni vincitore della 3°Coppa Faro

Stefano Peroni vincitore della 3°Coppa Faro

PESARO –  E’ il pilota fiorentino Stefano Peroni che con la sua MartiniMK32 motorizzata B.M.W.iscrive per il secondo anno  consecutivo il suo nome nell’Albo d’Oro della Coppa Faro. Alle spalle di Peroni, il milanese Walter Marelli con la performante Osella PA9/90, monopolizza il podio per la famiglia Peroni papà Giuliano Loris, che con la sua stupenda Osella PA8/9, fa intendere al figlio che come un buon… padre di famiglia lo “segue” da vicino. Scherzi a parte è stata una terza Coppa Faro combattuta da tutti i 77 piloti al via, essendo  a causa della pandemia, la terza delle quattro prove che compongono quest’anno un”compresso” Campionato Italiano Velocità in Salita Autostoriche (CIVSA), tutti i big della categoria non potevano mancare per marcare risultati utili per i vari titoli in palio. Risultato una gara che ha visto sfide al decimo di secondo sui circa quattro chilometri “incastonati” nella suggestiva Strada Panoramica San Bartolo, classificata fra le dieci più belle d’Italia.

Walter Marelli secondo assolutoOttime anche le prestazioni dei due piloti pesaresi al via, l’ideatore della Coppa Faro Alessandro Rinolfi, pluri- titolato campione italiano, ha  danzato con la sua fida Morris Cooper sulla strada di casa ottenendo un brillante 3 ° posto di categoria e vincendo la classe  1,300 cc. Peccato per Rinolfi che un piccolo inconveniente meccanico nella seconda manche gli ha impedito un risultato ancor più prestigioso. Ottima anche la performance di Roberto Domenichelli, l’altro pesarese al via , che” ritrova “dopo anni  la potente B.M.W. M3 affidatagli dal prestigioso Team Colombi Racing di Bergamo. Domenichelli che vanta un ottimo recente passato da pilota, ogni anno ritorna ad indossare casco e tuta “solo” per la gara di casa, ed il secondo posto di classe  ottenuto oggi dimostra che …il “piede” ancora c’è. Ideata come detto dall’appassionato Alessandro Rinolfi la Coppa Faro ormai si è ritagliata un posto nel panorama delle salite per auto storiche grazie anche all’organizzazione affidata alla “P&G Racing”, responsabile della parte sportiva e  tecnica della gara, della Intercontact , che cura l’aspetto burocratico ed economico, con il sostegno di Terra di Piloti e Motori, e di ACI Pesaro -Urbino.

Fondamentale la disponibilità ed il patrocinio delle istituzioni locali, a partire dal Comune, passando all’Assessorato allo Sport, l’ Ente Parco San Bartolo, la Prefettura e le Forze dell’Ordine, un “team” che in questa 3° edizione si è superato, visto le giuste ma impegnative regole di protocollo anti-Covid imposte oltre che dal Governo da ACI Sport. Un altro aspetto che da un valore aggiunto alla Coppa Faro,  è che la manifestazione come ha sottolineato durante le premiazioni tenutesi presso il Ristorante il Falco, lo stesso Rinolfi, non vuol essere una gara di auto fine a se stessa, ma ogni anno sostiene con contributi o materiali, enti o associazioni locali nelle loro opere e funzioni. La conferma del valore che assume la Coppa Faro per la città di Pesaro anche sotto il profilo turistico è stata la presenza alle premiazioni del Sindaco Matteo Ricci, dell’assessore regionale Andrea Biancani e di quello dello Sport Mila Della Dora. A consegnare i trofei e le coppe ai diversi piloti vincitori dei vari gruppi e categorie si sono alternati anche il Presidente di Terra di Piloti e Motori Ingegner Alberto Paccapelo e la Direttrice di ACI Pesaro-Urbino Dott.ssa Antonella Mati. Un momento particolare e toccante è stato quello della consegna dei tre premi speciali ideati da Rinolfi  in ricordo di Giancarlo Morbidelli, consegnato dal figlio Gianni, gradita sorpresa la presenza dell’ ex pilota di F.1 con esperienze anche in Ferrari, al pilota più giovane in gara oggi.  Così come emozionante è stato quello alla memoria di Carlo Raul Tausani, “Ciccio” per tutti i pesaresi, valido pilota di moto ed imprenditore, scomparso di recente. Il terzo riconoscimento “speciale” è stato consegnato ad Andrea Bonucci, fratello di Uberto, il vincitore della prima edizione della “nuova” Coppa Faro e secondo lo scorso anno. Il più volte Campione Europeo ed Italiano delle salite per Autostoriche, anche lui venuto a mancare pochi mesi fa dopo una grave  malattia .

Va così in archivio la terza spettacolare  edizione della Coppa Faro, l’appuntamento confidando in un  2021 diverso non  solo per lo sport ma in generale, è per l’ormai classica data del secondo week end del prossimo ottobre …Alessandro Rinolfi e tutto il “Team” ,per dirlo come si usa nella corse, della Coppa Faro è già pronto per offrire lo spettacolo unico delle corse in salita per Autostoriche.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>