Sant’Angelo in Vado, secondo weekend della Mostra del Tartufo fra gusto e spettacoli

di 

16 ottobre 2020

Dopo l’ottimo debutto, ora l’obiettivo è confermarsi. La 57^ Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche di Sant’Angelo in Vado si prepara al secondo week end di festa, quello che storicamente era caratterizzato dal Motoraduno Internazionale.

La situazione legata alla pandemia ha costretto gli organizzatori ad annullare l’evento anche se qualche fedelissimo del longevo evento motoristico ha già annunciato il suo arrivo, inducendo il Motoclub Tonino Benelli ad organizzare qualche piccola sorpresa in programma domenica 18.

Kalù
Kalù

La giornata di sabato 17 invece, vedrà l’apertura degli stand alle 15 con i commercianti di Tartufo posizionati come ormai da tradizione in Corso Garibaldi. Artigiani, food truck e produttori agroalimentari prenderanno posto lungo tutte le altre vie del paese mentre in Piazza Umberto I, proprio a ridosso della statua di Papa Clemente XIV, spazio all’arte di Kalù che alle 16 e alle 17.30 farà immergere tutti in un’atmosfera circense fatta di giocoleria, clown e spettacolo di fuoco finale.

Kalù, in arte Luca Puzio, è stato di recente anche alla trasmissione I Soliti Ignoti di Rai1 e vanta comparse in varie serie televisive e a Sant’Angelo in Vado porterà in scena lo Stripp Show, uno spettacolo che lui stesso definisce “esilarante”.

Si annunciano dall’alto impatto suggestivo invece le installazioni “animalesche” del pluripremiato artista Mattia Consonni (“Musica per gli Occhi”) che porterà in piazza Umberto I niente meno che una mucca, un gorilla e un coccodrillo realizzati in gran parte utilizzando vinili.

Ed è proprio di vinili che si “sfamano” gli animali in una sorta di fusione tra arti (scultura e musica) nel segno del rispetto per l’ambiente (le installazioni rimarranno nella piazza centrale sabato e domenica).

CoccodrilliAd animare la festa ci sarà, come consuetudine, anche la Proloco Tifernum Mataurense con la sua Arte al Cubo: in calendario, la mostra Spore – La diffusione del Tartufo nel Mondo, all’interno del gigantesco cubo in piazza Pio XII, THINKhesa (in dialetto vadese “dentro casa”), una mostra contemporanea di artisti locali (Corso Garibaldi, 38), in cui sarà possibile ammirare opere prodotte, appunto tra le mura domestiche, durante illockdown e il live di Omar Conti (ore 18.30, Piazza Pio XII), pianista, violoncellista e compositore autodidatta originario di Fossombrone capace di trasformare un Maggiolone Volkswagen nella sua orchestra personale, con un interno perfettamente vivibile e un sistema di amplificatori nel baule del veicolo, alimentato da un pannello fotovoltaico per poter suonare in ogni posto dove la corrente non arriva.

Ricordiamo che l’ingresso all’area stand, che ovviamente dovrà avvenire muniti di mascherina e nel rispetto delle distanze, sarà possibile solo attraverso l’arco di Via Santa Veronica Giuliani, il ponte di Via del Pratello e via Roma.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>