F.1 GP Bahrein “2”: vittoria sorprendente di Perez con la Racing Point. Leclerc e Verstappen fuori al primo giro

di 

7 dicembre 2020

Sergio Perez vincitore a sorpresa

Sergio Perez vincitore a sorpresa

SAKHIR (Bahrein) – Sergio Perez, vince in maniera epica il suo primo GP, prima vittoria anche per la Racing Point, che piazza sul podio anche Stroll in terza posizione dietro al anche lui sorprendente Ocon con la Renault. Una grande prestazione di Perez che solo sette giorni fa ha visto sfumare il podio in “gara 1” di Sakhir, una vittoria importante ottenuta dopo essere stato coinvolto nell’incidente iniziale che ha eliminato Leclerc, (colpevole) e Verstappen. Ripartito ultimo il forte messicano ha compiuto una rimonta eccezionale coronando una lunga carriera, fatta di 190 gran premi,  di mancate soddisfazioni ed anche errori oltre a un carattere un pò “brusco”,ed  a questo punto viene da riflettere perchè uno come lui il prossimo anno è per adesso senza una macchina. Grande e sfortunato protagonista è stato George Russell, il sostituto di Hamilton, fermo come noto per Covid, è stato leader indiscusso del GP fin dal via e quando una vittoria che sarebbe stata meritata e leggendaria, ecco l’ errore incredibile  e assurdo al box Mercedes.

Russell protagonista fermato da un errore della Mercedes

Russell protagonista fermato da un errore della Mercedes

Siamo al giro 65 in regime di Safety Car per un pezzo perso dalla Williams di Aitken, sostituto di Russell, il box tedesco richiama sia Russell in testa e Bottas, secondo ed in affanno alla caccia di Russell, per un cambio gomme in contemporanea e qui succede l’incredibile montano la gomma di Russell a Bottas. Nel mentre che si verifica se penalizzare entrambe le monoposto tedesche come da regolamento, Perez, corona la sua rimonta salendo al comando. Ma le sorprese di questo emozionante GP, sul circuito accorciato all’”americana” dove si gira in meno di un minuto,non sono finite.  Russell scatenato inizia la sua rimonta nonostante la spada di damocle della penalità. Vola il sostituto di Hamilton e si riporta sotto al leader Perez, mentre crolla Bottas che viaggia tra la ottava e nona posizione. A nove giri dal termine fora clamorosamente Russell, cambio gomma rientra 15°, mentre la direzione conferma l’investigazione per lui e Bottas nel dopo gara. In tutto questo spettacolare e se vogliamo assurdo baillame, Perez va a coronare il suo sogno, davanti come detto ad Ocon al primo podio in carriera ed al compagno Stroll, il figlio “del padrone”oggi finalmente autore di una buona gara ritorna per la terza volta sul podio. 

Incidente Leclerc -Verstappen

Incidente Leclerc -Verstappen

FERRARI- Clamoroso errore di Leclerc che dopo poche curve centra il vincitore Perez ed accompagna fuori strada con se l’arrabbiatissimo ed incolpevole Verstappen. Peccato perchè dopo il quarto posto in qualifica, con il circuito “corto” che poteva limitare le mancanze della SF1.000, il giovane monegasco rovina la possibilità di un risultato, visto anche come è andato lo svolgimento della gara. Vettel, come si suol dire non “pervenuto”, a parte un problema al fissaggio di una gomma al pit stop, ennesima gara deludente del tedesco, 12° alla fine, ormai con la testa altrove. 

TOP TEN- Ottimo quarto Sainz con la McLaren, il futuro ferrarista, autore di una gara ancora una volta concreta, …rassicura Maranello sull’acquisto. Quinto Ricciardo che oggi perde clamorosamente il confronto con il suo compagno in  Renault  Ocon . Sesto posto per la Red Bull superstite di Albon . Settimo Danil Kvyat che porta ancora  punti  e soddisfazione alla Alpha Tauri, ormai decisamente fra le protagoniste la monoposto di Faenza ex Minardi. Ottavo e nono posto per le due Mercedes una “doppietta” ben differente dalle solite con Bottas davanti allo sfortunato Russell, che comunque in  questo week end ha lanciato un messaggio chiaro alla Mercedes.Ultimo punto a disposizione conquistato da Lando Norris, il giovane della McLaren ancora una volta lontano dal compagno Sainz. Dopo il meteo della Turchia, un altro gran premio avvincente e spettacolare anche senza il “Re” Hamilton, ora si va ad Abu Dhabi dove domenica prossima si chiude questo tribolato anno, caratterizzato dalla pandemia, con una  F.1, che fra le imprese di Hamilton, la deludente Ferrari, le giovani promesse salite alla ribalta, ha bisogno ancora di rifarsi una immagine, augurandoci che cambiando la situazione Covid, cosa più importante per tutti, trovi anche le un nuovo interesse.

Ocon stupendo secondo con la Renault

Ocon stupendo secondo con la Renault

ORDINE DI ARRIVO GP DEL BAHRAIN “2”

  1. PEREZ- RACING POINT
  2. OCON- RENAULT
  3. STROLL- RACING POINT
  4. PEREZ – McLAREN
  5. RICCIARDO- RENAULT
  6. ALBON- RED BULL
  7. KVYAT-ALPHA TAURI
  8. BOTTAS-MERCEDES
  9. RUSSELL-MERCEDES
  10. NORRIS- McLAREN

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>