Spacciatore pesarese già noto, non perde il vizio: sorpreso in zona Miralfiore con 35 grammi di cocaina

di 

7 dicembre 2020

PESARO – Continua l’attività della Squadra Mobile della Questura di Pesaro e Urbino volta a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti. L’attività info-investigativa condotta dagli investigatori aveva permesso di apprendere, già dalle scorse settimane, della ripresa di una attività di spaccio condotta da una vecchia conoscenza pesarese, di circa 50 anni, già tratto in arresto nel corso degli anni per reati specifici in materia di droga. La sua esperienza nel campo gli aveva permesso di affinare l’attività.

0001 (1)Visto il periodo di emergenza COVID e quindi di limitazione degli spostamenti, e delle conseguenti ristrettezze economiche dei suoi clienti, confezionava le sue dosi anche per soddisfare le richieste di coloro i quali, proprio per tali motivi, non potevano acquistare un cosiddetto “pezzo” intero del costo di circa 100 euro. A tale fine, pertanto, confezionava anche dosi da mezzo grammo, i cosiddetti “mezzini” che teneva separate dalle altre per non incorrere in facili errori. Considerando che lo stesso veniva notato spesso nei pressi del Parco Miralfiore, gli agenti, nel pomeriggio di venerdì, visto l’approssimarsi del fine settimana, momento in cui il consumo e di conseguenza lo spaccio raggiunge il suo picco maggiore, si appostavano in quella zona al fine di verificare l’arrivo dell’uomo e monitorarne i movimenti. A metà pomeriggio, così come ipotizzato, lo stesso veniva visto arrivare a bordo del suo scooter e subito sottoposto a controllo. Le successive operazioni di perquisizione permettevano di rinvenire e sequestrare, il tutto contenuto nel suo marsupio, una prima scatoletta contenente 10 dosi di cocaina, “mezzini” del peso complessivo di grammi 6 circa, un secondo involucro contenente altri 10 dosi “intere” del peso di 11 grammi circa, nonché ulteriori due involucri di cocaina, ancora da suddividere e tagliare, quindi con ancora un’alta purezza, del peso di quasi 20 grammi. Veniva, altresì sequestrato l’indispensabile bilancino e una confezione di mannitolo, già in parte utilizzata, sostanza che viene solitamente utilizzata quale taglio della droga.

Visti il quantitativo totale di circa 35 grammi di cocaina, di cui parte già suddivise in dosi pronte per la cessione, considerati i suoi precedenti penali, l’uomo veniva tratto in arresto e su disposizione del P.M. di turno, ristretto presso la locale casa Circondariale. Nella mattinata odierna il Giudice del Tribunale di Pesaro ha convalidato l’arresto operato e ha emesso ordinanza con la quale ha confermato la custodia cautelare in carcere.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>