La Vuelle è… Happy a casa di Brindisi: stupenda impresa, capolista ko (92-81)

di 

19 dicembre 2020

Brindisi-Vuelle (grafica tratta dal sito della Vuelle)

Brindisi-Vuelle (grafica tratta dal sito della Vuelle)

HAPPY CASA BRINDISI – CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO 81-92
HAPPY CASA BRINDISI: Motta ne, Krubally 1, Zanelli 7, Harrison 16, Visconti 4, Gaspardo 8, Thompson 8, Cattapan ne. Udom 0, Bell 11, Perkins 2, Willis 23. All. Vitucci
CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO: Drell 4, Massenat 6, Filloy 5, Cain 14, Robinson 18, Tambone 4, Basso 0, Filipovity 8, Serpilli 0, Zanotti 5, Delfino 25. All. Repesa
ARBITRI: Sahin, Bongiorni, Pierantozzi
PARZIALI: 21-27, 15-23, 24-26, 21-16,

BRINDISI – Stupenda impresa della Carpegna Prosciutto, che gioca una partita quasi perfetta in casa della capolista, conducendo fin dalla palla a due, trascinata da Delfino, Cain e Robinson, mvp di una partita che Pesaro vince per 92 a 81, mettendo in mostra un attacco spumeggiante ed una difesa che ha imbrigliato un super attaccante come D’Angelo Harrison. Unica nota negativa della serata, l’infortunio occorso a Massenat, portato in ospedale per una sospetta frattura al polso destro, con questa vittoria, la Vuelle rimane nella parte sinistra della classifica, con la possibilità teorica di accedere alle Final Four di Coppa Italia.

PRIMO QUARTO

Squadre al completo, con Repesa che schiera inizialmente Robinson e Massenat da esterni, Delfino da ala piccola e la coppia Filipovity-Cain sotto canestro, ed è proprio il pivot biancorosso a segnare i primi due punti del match, con Massenat e Delfino a portare gli ospiti sul 6 a 0, e quando Cain segna in pick and roll l’8 a 0 Pesaro, coach Vitucci decide di chiamare timeout, per dare una svegliata ad un Happy Casa scesa sul parquet deconcentrata, e i padroni di casa si sbloccano con un gioco da tre punti di Willis e una tripla di Bell, ma la Carpegna Prosciutto è viva e con Delfino e Robinson si porta sul 16 a 6, con il capitano biancorosso a portare i suoi sul più 11, per un attacco che sta funzionando a meraviglia, con la palla che gira senza fermarsi, sull’entrata del 21 a 8, Massenat cade male sul polso destro ed è costretto a tornare in panchina dolorante, sostituito da Filloy, ma la Vuelle non si scompone e con la terza tripla di Delfino vola sul 24 a 10, subendo anche il secondo fallo di Harrison, chiamata non condivisa da coach Vitucci che si prende un tecnico, si rivede sul parquet anche Henri Drell, che si perde subito Gaspardo nell’angolo, sbaglia una comoda tripla e commette fallo, e dopo nemmeno un minuto coach Repesa lo richiama in panchina, e Brindisi ne approfitta piazzando un parziale di 8 a 0 che le consente di tornare a meno sette, in un primo quarto comunque ben giocato dalla Carpegna Prosciutto che si chiude sul punteggio di 27 a 21 per gli ospiti.

SECONDO QUARTO

Senza Massenat, portato all’ospedale per una sospetta frattura al polso, dovranno essere Filloy e Tambone a fare gli straordinari, mentre Robinson finora non ha combinato tanto, Repesa riprova la carta Drell, in un quintetto anomalo con Zanotti da pivot e Tambone da play, Delfino infila la tripla del 30 a 21, con Zanotti a replicare dall’arco, sesta tripla pesarese su altrettanti tentativi, ma la difesa fatica, con il bonus già esaurito dopo nemmeno due minuti e Drell già a quota tre falli, e con Cain a riposare in panchina, sono i rimbalzi offensivi a far male, con Brindisi che si porta su meno cinque, Pesaro allora ritorna nelle mani di Delfino che ben servito da Cain segna il suo 17esimo punto e nell’azione successiva gli ricambia il favore, per un gioco a due che riporta la Carpegna Prosciutto sul più 11 (39-28 al 15’), con Drell a segnare il suo secondo canestro e Tambone a volare per il contropiede del 43 a 30, arriva però la brutta notizia del terzo fallo di Cain, con Visconti a confezionare un gioco da quattro punti, che riavvicina i padroni di casa, in un secondo quarto ancora ben giocato dalla Carpegna Prosciutto che conduce per 50 a 36, grazie ad una tripla a fil di sirena di Robinson.

Le statistiche di metà partita evidenziano i 17 punti segnati da uno scatenato Delfino, mentre il top scorer di Brindisi è Willis, autore di 12 punti, con Harrison fermo ancora a quota zero, ma temiamo che nel secondo tempo le cose cambieranno.

TERZO QUARTO

Segnare 50 punti in un tempo, in casa della capo classifica non era preventivabile, anche se sarà difficile continuare con queste percentuali, l’assenza di Massenat si farà sentire a lungo andare, e la situazione falli non è proprio rosea, ma la Vuelle ha il dovere di provare a rimanere dentro il match il più lungo possibile, si ricomincia con un canestro di Zanotti e il primo canestro di Filipovity, con lo stesso Zanotti ad infilare la tripla del 57 a 36, arriva anche il primo canestro di Harrison, pericolo pubblico numero uno se troverà il ritmo, con Willis a trascinare i suoi, che risalgono a meno 15, ma ci pensa Filloy a riportare i suoi sul più 20, con la tripla del 67 a 47, anche se arriva purtroppo il quarto fallo di Cain, che rimane comunque sul parquet il tempo di segnare da sotto due canestri per il nuovo più 20 ospite, 20 come i punti di capitan Delfino, che infila la sua quinta tripla personale, con l’Happy Casa in recupero nella fase finale di un terzo quarto che la Carpegna Prosciutto chiude avanti per 76 a 60.

ULTIMO QUARTO

Sedici punti da gestire, anzi da non gestire, perché se la Vuelle farà l’errore di pensare di avere il controllo sul match, non lo porterà mai a casa, Robinson inaugura il quarto con una bella entrata mancina, e passano tre minuti senza che i punti sul tabellone avanzino, al 34esimo, Pesaro conduce per 80 a 64, con Robinson assoluto protagonista, tra punti, rimbalzi ed assist al bacio, come quello del più 18 per Filipovity, il tempo scorre e la Vuelle non ha nessuna intenzione di alzare il ritmo, facendo scorrere il cronometro, che a tre minuti dalla sirena, racconta che Pesaro conduce per 89 a 71 e si appresta a vincere la sua quinta partita del campionato, con pieno ed assoluto merito, rimanendo avanti per tutti e 40 i minuti, con la sirena finale che certifica il risultato finale di 92 a 81.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>