Carpegna Prosciutto Basket, domenica con Brescia c’è in ballo la final eight di Coppa Italia

di 

8 gennaio 2021

Carpegna Prosciutto MILANOPESARO – Domenica si conclude il girone d’andata del campionato italiano di pallacanestro, anzi, per essere più precisi, si concluderà nelle prossime settimane, quando saranno recuperate le due partite rimandate per il Covid-19, ma che questo potesse accadere, lo sapevamo dallo scorso settembre, in un campionato che regolare al 100% non poteva mai esserlo, ma ormai abbiamo imparato a conviverci, l’importante è che, ad un certo punto della stagione, tutte le 15 squadre della serie A abbiano giocato le loro 14 partite, e successivamente, le 28 per definire la griglia dei playoff.

La fine del girone d’andata assegna il titolo di campione d’inverno, puramente simbolico, che è finito, come da pronostico, nelle mani di Ettore Messina e della sua Armani, che ha perso solo contro Brindisi, seconda, con la Virtus e Sassari, che si contenderanno il terzo posto, insomma delle 4 big pronosticate in estate, manca solo Venezia, comunque poco distante, ma se nei quartieri alti, non ci sono state grosse sorprese, dietro è successo di tutto, compresa l’esclusione di Roma.

Ma se nel calcio, la classifica al termine del girone d’andata interessa il giusto, nel basket è tutta un’altra cosa, perché stabilisce le otto formazioni che parteciperanno alle Final Eight di Coppa Italia, forse il punto più alto della stagione, con 8 squadre consce che saranno sufficienti “solo” 3 vittorie in 4 giorni, per alzare il trofeo.

Quel solo naturalmente va virgolettato, perché non è per niente semplice, ma è certamente meno complicato rispetto ai playoff, dove per cucirti lo scudetto, devi vincerne 11 in un mesetto, e le sorprese avvengono più raramente, mentre le ultime edizioni della Coppa Italia hanno spesso stravolto ogni pronostico, e, anche, e non solo per questo, essere tra le prime otto, sarebbe accolto a Pesaro come un piccolo scudetto.

Tra l’altro, la Vuelle vista finora, meriterebbe di esserci, per la qualità espressa in queste 13 partite, quasi tutte combattute fino all’ultimo minuto, con le vittorie esterne di Venezia e Brindisi, che certificano il buon lavoro svolto da coach Repesa, factotum di una Carpegna Prosciutto costruita seguendo le sue indicazioni, a cui mancherebbe l’ultimo tassello, quel rinforzo sotto canestro necessario per compiere un ulteriore salto di qualità, e far respirare lo stoico Tyler Cain, rinforzo che da Via Bertozzini assicurano arriverà entro il mese di gennaio, con due opzioni sul tavolo, diverse tra loro dal punto di vista economico, e di conseguenza tecnico, con la possibilità, in caso di approdo in Coppa Italia, di un ulteriore sforzo da parte dello sponsor, che sarebbe felicissimo, della visibilità in arrivo dalla partecipazione della “sua” Carpegna Prosciutto alla kermesse milanese di metà febbraio.

Ma, tra tutto questo e la Vuelle, c’è di mezzo Brescia, anche lei in corsa, ma non sarebbe sicura di qualificarsi neanche in caso di vittoria, una Germani partita male, rinata dopo l’esonero di coach Esposito e l’arrivo di Buscaglia, ma che domenica sera si è complicata la vita perdendo in casa contro Cremona, dopo essere stata avanti anche di 18 lunghezze, rimettendo in corsa proprio la Vanoli, che, come tante altre squadre, spera ancora nella qualificazione.

LA PARTITA DELLA SETTIMANA

CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO (6 VINTE – 7 PERSE) – GERMANI BASKET BRESCIA (5 VINTE – 8 PERSE)

DOMENICA 10 GENNAIO – ORE 18 – VITRIFRIGO ARENA DI PESARO

PARTITA A PORTE CHIUSE

Diretta streaming su Eurosport Player

L’AVVERSARIA DELLA SETTIMANA

Coach Buscaglia ha saputo rivitalizzare una squadra che, sotto la guida di Esposito, non riusciva ad esprimersi al meglio, e di potenziale questa Germani ne ha parecchio, ricordando che molti siti specializzati la davano in estate, subito a ridosso delle 4 big, perché l’esperienza di Luca Vitali e David Moss è sempre un valore aggiunto, così come il talento cristallino di Drew Crawford, mvp del nostro campionato due stagioni fa in maglia Cremona, con il piccolo play Kenny Cherry cha sta dimostrando tutte le sue qualità, in un reparto stranieri che può contare sulla versatilità di T.J. Cline e sui 213 cm del serbo Ristic.

Dalla panchina, esce il talento del gioiellino Giordano Bortolani, scuola Armani, che la Vuelle ha sondato, senza esito, nelle scorse settimane, un 20enne dal grande futuro, che magari ancora non avrà l’esperienza di Brian Sacchetti, una sicurezza nel suo ruolo, coprendo le spalle ad un tiratore pericoloso come Tyler Kalinoski, in una Germani senza Cristian Burns, out per infortunio, dove faticano a trovare spazio Andrea Ancellotti e Salvatore Parrillo.

IL DUELLO CHIAVE

Justin Robinson vs Kenny Cherry: Due playmaker che fanno della velocità il loro punto di forza, con il bresciano che ha più punti nelle mani rispetto ad un Robinson, che predilige dedicarsi alla cabina di regia, anche se non disdegna di concludere in proprio.

IL MOMENTO DELLA SQUADRA

Se vi serviva una prova, vi basterà dare un’occhiata alle 13 pagine in Pdf emesse dalla Legabasket per districarsi nella classifica avulsa, documento che certifica come, in questo campionato regni un equilibrio quasi assoluto, ed emblematico è il caso proprio della Vuelle.

Pesaro infatti, in caso di vittoria contro Brescia, è sicura matematicamente di qualificarsi alle Final Eight, con molte possibilità di salire addirittura fino al quinto posto in parecchi casi, ma, se dovesse perdere, oltre ad avere poche chanches di andare in Coppa Italia, (3 combinazioni favorevoli su 35 possibili) potrebbe scendere fino alla 13esima posizione, in piena zona pericolo.

Numeri che devono farci riflettere, e che ci devono far capire come nulla sarà semplice da qui alla fine di aprile, quattro mesi dove la Carpegna Prosciutto potrà anche sognare, ma senza mai perdere di vista il vero obiettivo stagionale, quello di raggiungere la salvezza il più presto possibile.

Ed è probabile che, tra l’ottavo e il quindicesimo posto, ci siano non più di 6-8 punti di differenza anche il 2 maggio, giorno in cui dovrebbe finire la regular season, e quando coach Repesa predica calma, non lo fa per scaramanzia, lo fa perché un ambiente troppo carico, metterebbe in pericolo tutto quello di buono fatto finora.

Poi, il coach croato sarebbe il primo a rallegrarsi della qualificazione, perché la sua carriera è fatta di trofei e partecipazioni a decine di Final Eight in giro per l’Europa, ma lo stesso Repesa è consapevole del probabile effetto boomerang che la Coppa Italia potrebbe avere tra i suoi giocatori, in un girone di ritorno che non ti garantisce nulla, neanche se lo inizi con 14 punti in classifica, ricordando il caso di Torino di tre anni fa, che, dopo avere conquistato addirittura il trofeo, nel girone di ritorno vinse solamente tre partite.

Ma di tutto questo avremo il tempo di parlarne, oggi dobbiamo rimanere concentrati sull’obiettivo, sulla possibilità di qualificarsi con le proprie forze, evitando tra l’altro l’ottavo posto, quello che ti porterebbe in dote un quarto di finale contro Milano in casa sua, non perché la Virtus, Brindisi o Sassari siano delle squadrette, ma evitare di incrociarti con la corazzata Armani, non sarebbe una cattiva idea e la Vuelle, ha 2 sole possibilità, su 21 combinazioni, di finire all’ottavo posto in caso di vittoria contro Brescia.

LA QUINDICESIMA GIORNATA IN PILLOLE

Turno che si aprirà con l’anticipo del sabato sera tra Trento e la Virtus, mentre la prima partita della domenica doveva essere Varese-Brindisi, ma i contagi in casa Open Job Metis hanno rinviato la partita a data da destinarsi, e allora si comincerà alle 17 con la sfida tra Cremona e Milano, mezz’ora più tardi, la Fortitudo e Trieste si giocheranno le residue chances di qualificazione nello scontro diretto, con Sassari che cercherà di blindare il suo terzo posto superando Cantù, in una quindicesima giornata che si chiuderà col posticipo tra Venezia e Reggio Emilia, che definirà in maniera quasi definitiva il tabellone delle Final Eight.

I PROSSIMI TURNI DELLA CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO:

Domenica 17 gennaio – orario da definire

Banco di Sardegna Sassari – Carpegna Prosciutto Pesaro

Lunedì 25 gennaio – ore 20.30:

Carpegna Prosciutto Pesaro – Acqua San Bernardo Cantù

Domenica 31 gennaio – orario da stabilire:

Carpegna Prosciutto Pesaro – Umana Venezia

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>