Fano, occupato abusivamente un casolare nella zona dell’ex zuccherificio. Tre denunce

di 

18 marzo 2021

poliziaFANO – La Polizia di Fano ha effettuato, nei giorni scorsi, dei servizi straordinari di controllo presso alcune zone residenziali di San Lazzaro, Vallato, Sant’Orso e Fenile. Gli agenti hanno sottoposto a verifica 150 persone e 65 veicoli, svolgendo anche perlustrazioni presso alcune abitazioni abbandonate, al fine di prevenire episodi di spaccio e furti. In uno di questi casolari disabitati, nella zona dell’ex zuccherificio, i poliziotti hanno rintracciato tre stranieri comunitari, di cui uno già noto alle Forze di Polizia, i quali avevano ricavato dei giacigli all’interno, in condizioni igienico sanitarie molto precarie. Nella circostanza sono state rinvenute alcune biciclette, in ordine alle quali verranno svolti accertamenti per verificarne la provenienza. Gli stranieri, una volta indentificati, sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per i reati di occupazione abusiva di edificio e danneggiamento, per aver forzato la porta d’ingresso e sfondato i muri posti a contenimento degli infissi allo scopo di accedere al sito.

Gli agenti del Commissariato hanno proceduto anche per il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina nei confronti di una fanese, sottoponendo a sequestro un immobile. A seguito dei controlli effettuati è emerso, infatti, che la proprietaria dell’immobile in questione, situato in zona Fenile, lo aveva ceduto ad uno straniero irregolare sul Territorio Nazionale, senza stipulare e registrare alcun contratto. Le indagini degli agenti, coordinate della Procura della Repubblica di Pesaro, hanno portato all’emissione, da parte del Tribunale del capoluogo, di un decreto di sequestro preventivo dell’abitazione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>