Celebrazioni pasquali a Pesaro, ecco come si svolgeranno nel secondo anno segnato dalla pandemia

di 

25 marzo 2021

Il Duomo di Pesaro

Il Duomo di Pesaro

PESARO – Com’era prevedibile, anche le prossime celebrazioni pasquali saranno condizionate dalla pandemia in atto. Per valutare la situazione concreta del nostro territorio e prendere decisioni coerenti, atte a provvedere al bene dei fedeli e dei pastori nel vivere questo importante periodo dell’anno liturgico, l’Arcivescovo Piero Coccia ha convocato, mercoledì scorso, il Vicario Generale Stefano Brizi e i sei Vicari Foranei dell’arcidiocesi: don Valerio Rastelletti, don Giuseppe Fabbrini, don Enrico Giorgini, padre Alvaro Rosatelli, don Giorgio Paolini, don Leonardo Reggiani.

Punti essenziali di riferimento sono stati gli Orientamenti della Presidenza della CEI, pubblicati il 24 febbraio, facenti capo, a loro volta, non solo al Protocollo stipulato con il Presidente del Consiglio il 7 maggio 2020, ma anche alla precedente Nota del Prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti. Queste le indicazioni emerse nell’incontro.

Via Crucis Diocesana (venerdì 26 marzo ore 20.30): si svolgerà in diretta streaming (ma tutti la potranno seguire anche su youtube) con collegamenti dalla Cattedrale – dove l’Arcivescovo introdurrà e concluderà il rito – e da altre cinque chiese, in ciascuna delle quali si terrà una breve riflessione su un passo del Vangelo di S. Giovanni: Santa Maria di Loreto, S. Pietro in Calibano, Santa Croce, S. Carlo e S. Giovanni Bosco in Osteria Nuova.

Domenica delle Palme e della Passione del Signore (domenica 28 marzo): la commemorazione dell’ingresso di Gesù a Gerusalemme sarà celebrata, in ogni parrocchia, con la seconda delle tre forme previste dal Messale Romano: una forma agile ed essenziale, atta ad evitare assembramenti. Anche la distribuzione ai fedeli dei rami d’ulivo verrà effettuata nel pieno rispetto delle norme per la pandemia.

S. E. l’Arcivescovo celebrerà la S. Messa alle ore 11.30 in Cattedrale.

Messa Crismale (mercoledì 31 marzo ore 18.00): si svolgerà solo in Cattedrale, a porte chiuse, con la sola presenza dei sacerdoti, dei religiosi, dei diaconi e di alcune rappresentanti delle comunità religiose femminili.

Messa “In coena Domini” (giovedì 1 aprile): sarà celebrata senza la tradizionale “lavanda dei piedi”. Al termine, il Santissimo Sacramento potrà essere portato, per la reposizione, in una cappella dove ci si potrà fermare in adorazione, sempre attenendosi alle norme anti-covid. Ogni parroco stabilirà un orario compatibile con quello del coprifuoco, evitando possibilmente che i fedeli si spostino al di là dei confini della propria parrocchia.

S. E. l’Arcivescovo celebrerà la S. Messa alle ore 18.00 in Cattedrale.

Celebrazione della Passione del Signore (venerdì 2 aprile): potrà essere celebrata in ogni chiesa aggiungendo un’intenzione di preghiera speciale per chi si trova in situazione di smarrimento a causa della pandemia, per i malati e per i defunti. L’adorazione della Croce mediante il bacio sarà riservata solo al celebrante e dovranno essere evitate processioni, viae crucis e altre forme di assembramento.

S. E. l’Arcivescovo celebrerà la Liturgia della Passione alle ore 18.00 in Cattedrale.

Veglia Pasquale nella notte santa (sabato 3 aprile): si svolgerà in Cattedrale alle ore 19.00 e sarà presieduta da S. E. l’Arcivescovo. Nelle altre chiese i parroci decideranno in autonomia l’orario, sempre nel rispetto del coprifuoco.

Domenica di Pasqua – Risurrezione del Signore (4 aprile): S. E. l’Arcivescovo alle ore 11.30 in Cattedrale celebrerà il Pontificale nella solennità della Pasqua di Risurrezione.

S.E. Mons. Piero Coccia invita i sacerdoti e le loro comunità ad accogliere con disponibilità le suddette indicazioni e ad attuarle fedelmente, in segno di autentica comunione ecclesiale.

Si comunica che dal 28 di marzo (Domenica delle Palme) al 4 di aprile (Domenica di Pasqua) tutte le celebrazioni presiedute dall’Arcivescovo saranno trasmesse da TV Rossini sul canale 633.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>