Cordoglio dell’Università di Urbino per la morte di Gianluigi Colalucci, restauratore della Cappella Sistina e collaboratore della Scuola di Restauro urbinate

di 

30 marzo 2021

URBINO – “È con immenso dolore che abbiamo appreso della scomparsa del Maestro Gianluigi Colalucci, Restauratore della Cappella Sistina di Michelangelo e di altri sommi capolavori” dichiara la professoressa Laura Baratin, Presidente della Scuola di Conservazione e Restauro dell’Università di Urbino. Il Maestro Colalucci aveva ricoperto la carica di Restauratore Capo presso i Musei Vaticani dal 1979 al 1994 ed era tuttora un consulente scientifico dei Musei e ha spesso collaborato con la Scuola di Restauro dell’Università di Urbino.

Era infatti membro del comitato scientifico del Progetto Crivelli 2014 volto allo studio delle opere di Carlo Crivelli nelle Marche e membro del Comitato scientifico della Collana Lineamenti di Conservazione e Restauro (Il Prato) patrocinata dal nostro Ateneo. In data 16 aprile 2014, nell’ambito della giornata di studio Arte, Scienza e Restauro. La collaborazione fra le istituzioni per la tutela e la conservazione del patrimonio culturale, aveva tenuto presso la Sala dei Convegni “Serra d’Inverno” a Palazzo Ducale un’appassionante lectio magistralis proprio sul restauro della volta della Cappella Sistina e del Giudizio michelangiolesco, di fronte a una platea gremita di allievi universitari, docenti e studiosi. Il Maestro Colalucci era un grandissimo professionista, un uomo garbato, affabile e profondamente umile” conclude Baratin “che ha saputo illuminare il percorso di tantissimi restauratori ai quali ha trasmesso con autentica passione tutto il suo sapere, conferendo alla disciplina una dignità e una signorilità auspicata. La Scuola di Conservazione e Restauro dell’Università di Urbino lo ricorda con stima e commozione ed esprime il proprio cordoglio ai familiari.”

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>