Strade ex-Anas, Biancani: «Puntare su ammodernamento e circonvallazioni per liberare i centri abitati lungo Montelabbatese, Fogliense e Urbinate»

di 

16 aprile 2021

Andrea Biancani

Andrea Biancani

PESARO – La programmazione delle manutenzioni ordinarie e straordinarie e gli interventi di ammodernamento su Montelabbatese, Urbinate e Fogliense al centro dell’interrogazione presentata dal consigliere regionale Andrea Biancani (Pd). Nel quesito rivolto alla Giunta regionale si ripercorrono le tappe che hanno portato alla riclassificazione delle strade, fino all’accordo del 2018 che ha trasferito all’ANAS oltre 500 chilometri di strade ex statali, più la gestione di circa 250 km di regionali in concessione. «Grazie a questo passaggio – sostiene Biancani – sono già stati realizzati investimenti per decine di milioni di euro, migliorando la sicurezza e la percorribilità di molti tratti stradali. E’ fondamentale, per proseguire questo percorso, che la Regione svolga un ruolo di monitoraggio, di coordinamento e di sintesi tra le istanze che emergono dai territori, legate ai cambiamenti urbanistici, alle esigenze dei comparti produttivi, alla logistica e al turismo». L’interrogazione chiede aggiornamenti sull’entità delle risorse stanziate da ANAS nel 2021 per la manutenzione ordinaria e straordinaria, in particolare per le strade ricadenti nel territorio della Provincia di Pesaro e Urbino.

«Sono in corso interlocuzioni con ANAS per individuare gli interventi, anche di modesta entità, da attuare nel 2021, così come è stato fatto negli anni scorsi? Sarebbe opportuno attivarsi da subito per impostare, con il coinvolgimento dei comuni direttamente interessati, un piano di investimenti pluriennale, con l’eventuale compartecipazione finanziaria della Regione, per l’ampliamento delle arterie esistenti, per progettare nuovi tracciati ed eventuali circonvallazioni che liberino i centri abitati dal traffico pesante, per garantire sicurezza, fluidità e compatibilità ambientale nelle percorrenze stradali». Nel territorio provinciale sono necessari interventi di ammodernamento nelle due principali direttrici che collegano Pesaro e Urbino alla E78, «se nella vallata del Metauro le infrastrutture su cui puntare sono la Fano-Grosseto, la Pedemontana Cagli-Fabriano e il collegamento Cagli-Gubbio, nella vallata del Foglia è prioritario adeguare Montelabbatese, Urbinate e Fogliense. Al momento la cifra già definita da ANAS per completare i cantieri avviati in queste strade ammonta a circa 3,3 milioni di euro, 1,5 milioni per la Montelabbatese e 1,8 milioni per la Fogliense, ma dopo? Occorre fare un ulteriore passo avanti verso l’ammodernamento, migliorando la viabilità esistente con ampliamenti e nuovi tracciati, avviando da subito la progettazione di by-pass e circonvallazioni per allontanare il traffico dalle zone urbane. Migliorare i collegamenti tra Pesaro e Urbino e lungo tutta la vallata del Foglia è fondamentale per lo sviluppo economico e turistico, perché  facilita anche l’allaccio alla grande viabilità».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>