F.1 a Imola Verstappen vince una gara spettacolare davanti a Hamilton. Podio per un eccezionale Norris. Bene le Ferrari 4° e 5°

di 

18 aprile 2021

Verstappen festeggia la vittoria

Verstappen festeggia la vittoria

IMOLA (Bologna)-  Max Verstappen domina il GP del Made Italy- Emilia-Romagna ad Imola, l’olandese della Red Bull più forte di tutti, più forte di Hamilton autore di un errore madornale mentre era all’inseguimento. Poi Hamilton è tornato in formato “campione” in gara 2, con una rimonta eccezionale, aiutato anche dallo stop.  Verstappen  più forte anche dell’acqua che ha reso il circuito in riva al Santerno ancora più vero, più forte della sorte che ha voluto una gara divisa in due dopo la bandiera rossa, a causa dello spettacolare e fortunatamente innocuo per i protagonisti, Bottas e Russell, con “solo” la Mercedes e la Williams da buttare. Podio per un grande Lando Norris, che dopo il terzo tempo di ieri, annullato da un errore, il giovane inglese supportato da una McLaren velocissima, si riprende quello che era suo.

Russell e Bottas dopo il terribile incidente

Russell e Bottas dopo il terribile incidente

LA GARA- Si parte sotto l’acqua e come detto Verstappen si dimostra subito deciso a tutto dando una spallata ad Hamilton alla prima variante e prendendo la testa che non avrebbe più lasciato. Hamilton è un campione e non si discute, ma sembra anche che oltre alla Mercedes dispone di una dose di fortuna o casualità a secondo di come la si vede. Infatti come detto ha compiuto un errore non da lui inseguendo Verstappen, ripartito nelle retrovie, se non ci fosse stato l’involontario “aiuto” dello spettacolare e violento crash fra il compagno Bottas e la Williams di Russell, che ha fermato la gara, molto probabilmente il podio lo avrebbe visto dalla tv . Della grande classe di Hamilton e della …fortuna, ne hanno fatto le spese le due Ferrari , che avrebbe potuto con Leclerc e Sainz nell’ordine affiancare Verstappen sul podio. Anche perchè “gara-2” ha favorito anche la rimonta di quello che oggi merita un applauso gigante : Lando Norris, dopo il quarto posto del Bharain , il boys della McLaren ,rinvigorita quest’anno dal motore Mercedes, sono un pacchetto che si candidano chiaramente come terza forza del mondiale, aspettando anche il risveglio di Ricciardo, che sta soffrendo in questo inizio di stagione il confronto con il compagno.

Leclerc ottimo quarto

Leclerc ottimo quarto

FERRARI– Come detto poteva essere una gara quella sul circuito intitolato a Dino ed Enzo Ferrari, che avrebbe potuto dare una carica morale che sarebbe valsa più di 50 cv nel motore. Comunque Leclerc conferma il suo potenziale con un  quarto posto importante. Carlos Sainz, dopo l’opaca qualifica di ieri che lo ha visto fuori dalla top ten, è stato preso all’inizio dalla sindrome della rimonta e su una pista dalle condizioni difficili ha commesso un paio di errori, da arruffare ancor più i capelli di Binotto. Poi lo spagnolo ha iniziato a ragionare e con un recupero a suon di sorpassi e con una strategia azzeccata si era portato in zona podio come detto in scia del compagno. Poi in gara-2 contro il duo Hamilton -Norris , comunque un 5° posto che da ulteriore morale alla squadra. Anche perchè la SF21, anche se abbisogna di sviluppo per competere almeno con questa fortissima McLaren, ha già fatto dimenticare la monoposto “disastro” dello scorso anno.

TOP TEN– Dietro le due Ferrari un sesto posto non convincente per l’altra McLaren di Ricciardo, il simpatico australiano, precede un ottimo Lance Stroll in crescita come la sua Aston Martin, ma sopratutto inesorabile nei confronti del blasonato compagno Vettel, oggi ritiratosi dopo aver battagliato per la zona punti, ma ancora alla ricerca di quel Vettel che fu. Ottavo posto per Pierre Gasly ,che va un po’ stretto anche all’Alpha Tauri che nella gara praticamente nel “cortile” della factory, sperava in qualcosa di più . Nono posto per l’inossidabile Kimi Raikkonen, che quando c’è da mettere grinta e classe si toglie una ventina d’anni dalla carta d’identità. L’ultimo punto è appannaggio di Ocon che precede l’altra Alpine di una “vecchia volpe” : Fernando Alonso. Il campione spagnolo oltre a dover “riprendere” in mano  la F.1 deve vedersela con il giovane e veloce compagno.

Lando Norris chiude terzo

Lando Norris chiude terzo

Un applauso anche a Imola che si merita la riconferma stabile nel calendario, una pista “vera” come ripetiamo da giorni, pronta come ai bei tempi a dare spettacolo e pensate come sarà quando potremo di nuovo ritornare sulla mitica collina della Rivazza o della Tosa.

ORDINE DI ARRIVO GP EMILIA ROMAGNA

  1. VERSTAPPEN-RED BULL
  2. HAMILTON-MERCEDES
  3. NORRIS- McLAREN
  4. LECLERC- FERRARI
  5. SAINZ- FERRARI
  6. RICCIARDO- McLAREN
  7. STROLL- ASTON MARTIN
  8. GASLY-ALPHA TAURI
  9. RAIKKONEN- ALFA ROMEO RACING
  10. OCON- ALPINE

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>