Fosso Sejore fra divieti di sosta e passi carrabili, Piattaforma Solidale invoca tre stalli per disabili

di 

13 maggio 2021

Massimo Domenicucci*

PESARO – In previsione della prossima riapertura degli stabilimenti balneari, l’Associazione Piattaforma Solidale, con il proprio gruppo di lavoro “Accessibilità e inclusione” sta monitorando la situazione dei parcheggi situati in prossimità delle spiagge ed in particolare la presenza di stalli dedicati ai titolari di contrassegno per la libera circolazione e sosta. Tutto ciò considerazione del fatto che per i cittadini, residenti e turisti, con problemi fisici importanti è praticamente impossibile avere alternative all’utilizzo del proprio mezzo di trasporto, in primo luogo per la presenza di mezzi pubblici inadeguati al trasporto di persone disabili. Sembra utile precisare che è sicuramente fondamentale che su queste tematiche vi sia una reale e pronta collaborazione dei vigili urbani per prevenire e sanzionare abusi, ad esempio quelli che riguardano il corretto utilizzo del citato contrassegno, e sanzionare eventuali violazione di leggi e regolamenti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ebbene nel corso di una di queste verifiche, effettuate anche per proporre la previsione di nuovi stalli dedicati, in zona Fosso Sejore, ove stabilimenti e campeggi sono facilmente raggiungibili percorrendo il sottopassaggio carrabile, abbiamo verificato la presenza, ai margini destro e sinistro di una strada demaniale, una lunga serie di cartelli di divieto di sosta retti da blocchi di cemento collegati tra loro con una catena ed anche un passo carrabile con sbarra. Queste zone ben potrebbero essere riservate a parcheggi per disabili. La sorpresa è venuta quando ad una più attenta verifica abbiamo notato che il passo carrabile appare abusivo, nel cartello non sono riportati i dati della concessione e dietro i cartelli di divieto non appare alcun timbro che indichi quale ente pubblico abbia autorizzato il loro posizionamento. Si chiede di verificare, in primo luogo la legittimità di detta situazione ed in secondo luogo la possibilità di prevedere in quel luogo almeno tre stalli per disabili orizzontali, considerata la loro scarsa presenza in quella zona.

*Presidente Piattaforma Solidale

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>