Fra Gradara e Fiorenzuola al via il festival di poesia “Parole di Mezzeria”

di 

27 maggio 2021

GRADARA – Una strada chiusa al traffico come un foglio bianco su cui dare forma a pensieri e idee, dei gessetti, tanta creatività, un esercito di poeti e artisti pronti a dare l’assalto agli incantevoli paesaggi del San Bartolo. Saranno questi gli ingredienti di  Parole di Mezzeria: Tra i Due Canti, il festival della parola e della libera espressione che nelle giornate del 29, 30 e 30 maggio toccherà Fiorenzuola di Focara, Gradara e il Parco del San Bartolo.

La kermesse ritorna, a distanza di sette anni dall’ultima edizione e nella ricorrenza del settimo centenario dantesco, per regalare a tutti i visitatori un weekend di totale immersione tra passeggiate poetiche nel bosco, concerti, letture, performance e laboratori didattici in natura. Protagonisti della rassegna non saranno però solo i poeti e gli artisti che, con le loro esibizioni, saranno chiamati ad esaltare le bellezze dei luoghi.Cuore pulsante della tre giorni saranno infatti i visitatori che, raccogliendo le suggestioni di performer ed artisti di strada, potranno dare libero sfogo alla loro voce interiore, plasmando una piccola rivoluzione culturale che sarà segno di rinascita dopo i lunghi mesi trascorsi tra le mura domestiche. Grande attenzione alle famiglie: ai più piccoli e ai loro genitori sono dedicati infatti tanti degli appuntamenti in programma soprattutto nella giornata di domenica, tra burattini, workshop, musica, spettacoli di clowneria e passeggiate poetiche.

parole di mezzeriaL’apertura della rassegna, venerdì 28 maggio, sarà nel segno del Sommo Poeta con Dante alla Primaria (ore 14.30. Gradara), incontri laboratoriali con il Divin Poeta, workshop per insegnanti della scuola primaria con laboratori multidisciplinari fra arte, poesia, teatro, cucina, danza e gioco. Alle 19 ci si sposterà invece a Fiorenzuola di Focara perBob Dylan in Hell, performance di musica e teatro con Luca Grossi, Malafesta Theatre Company e Inipi, i quali accompagneranno gli spettatori in un viaggio in fondo ai cerchi dell’Inferno attraverso le parole delle canzoni di Bob Dylan. Il tutto basato sul libro L’Inferno di Bob Dylan, scritto da Luca Grossi, pubblicato nel 2018 da Arcana Edizioni e vincitore del premio targa al concorso letterario internazionaleMontefiore.
La poesia di Mariangela Gualtieri risuonerà invece nel Cortile della Rocca di Gradara sabato 29 maggio a partire dalle 20. Il quotidiano innamoramento darà voce ai versi di Quando non morivo, ultimo libro einaudiano della poetessa cesenate, li intreccerà ad altri del passato e comporrà tutto in una partitura ritmica ben orchestrata. Il tentativo resta quello di rendere ciò che Amelia Rosselli chiamava ‘incanto fonico’, quel bagno acustico che sprofonda ognuno in se stesso e allo stesso tempo tiene viva e affratellata la comunità dei presenti.
Ricco e denso il programma di domenica 30 maggio in Strada Rive di Casteldimezzo nel cuore del Parco San Bartolo. Si comincerà alle 10 con In cammino con Dante,  passeggiata poetico-dantesca nella natura di Silvio Castiglioni. Alle 12.30 apertura dello stand AmorPiada,la piadina marchignola dalla caratteristica forma a cuore preparata per amore con i prodotti genuini del territorio. Alle 13.30 è previsto l’arrivo della Staffetta Poetica in Bicicletta Fano-Pesaro-Parco San Bartolo: i ciclisti dell’Associazione FIAB Fano For.Bici, partiti in mattinata da Fano (Piazza XX Settembre) e passati per Pesaro (Palla di Pomodoro), arriveranno alla Strada di Mezzeria nel Parco San Bartolo. Porteranno con loro a destinazione i componimenti di poeti pesaresi e fanesi  per consegnarli ai loro autori affinchè possano declamare al pubblico – immersi nello straordinario scenario della natura – i loro suggestivi versi. Un’iniziativa a cura dell’Associazione La Stanza Poetica di Fano. Dalle 14.30 alle 20 in scena un ricco programma fatto di performance, spettacoli, letture, workshop, laboratori, mostre e concerti: Passaggi e Paesaggi, SAX-ÖH! 05, R.A.T.S, Roditori a tempo sostenuto, Il verso più lungo del Mondo, Jukebox di Poesia, Trio con Tigo, Pecio “Barba Di Capra”, Di verso in verso, di ramo in ramo, Per fare tutto ci vuole un fiore, Tra poesia e colori naturali, “Volevo solo scriverti accanto”, La Divina Valle e San Giovanni in Marignano, Dare la Parola, Come uno stormo in viaggio. Alle 20 calerà il sipario con Endecasillabi, evocazione meccanica dantesca: performance poetico-musicale di e con Paolo F. Bragaglia e Roberto Paci Dalò, dove l’aura delle parola registrata si rifletterà in texture sonore probabili e improbabili.

La kermesse, ideata e organizzata da Gradara Innova per la direzione artistica di Chiara Nigra con il contributo della Regione Marche, nasce grazie alla perfetta di sinergia di enti e realtà locali, quali Comune di Gradara, Comune di Pesaro, Parco Naturale Monte San Bartolo, Pro Loco San Giovanni in Marignano, Comune di San Giovanni in Marignano, Gruppo Albergatori Multiservizi (GAM) Associazione Albergatori Welcome to Gabicce Mare, capaci ancora una volta di fare sistema per valorizzare e promuovere il territorio.

“La strada è una pagina bianca”: il percorso che porta alla bellezza

parole di mezzeriaParole di Mezzeria: Tra i Due Canti è un festival di poesia che mira alla valorizzazione dei luoghi naturalistici e del patrimonio ambientale come strumenti e contenitori di cultura ed arte. La strada è intesa come una lunga tela d’artista sulla quale – con gessetti colorati e spontanea creatività – finalmente potranno svelarsi i pensieri più profondi delle persone che la percorrono. La “mezza via” è quella che si insinua tra le verdi colline del San Bartolo e i paesaggi da favola sospesi tra l’azzurro del cielo e del mare, fungendo da trait d’union – materiale e poetico – traGradara e Fiorenzuola di Focara. Due località accomunate da un destino comune, quello di essere state cantate da Dante Alighieri nellaDivina Commedia, legando indissolubilmente i versi del Sommo Poeta a questa terra.

Canto V Inferno: “Amor, ch’a nullo amato amar perdona, mi prese del costui piacer sì forte, che, come vedi, ancor non m’abbandona.”
Canto XXVIII dell’Inferno: “Poi farà si ch’al vento di Focara – non sarà lor mestier voto né preco”

Il programma.

Complessivamente saranno più di 20 gli spettacoli in programma nei tre giorni dell’evento, ciascuno dei quali corrisponderà ad una diversa location:
28  maggio – Fiorenzuola di Focara
29 maggio – Gradara
30 maggio – Parco San Bartolo (Strada Rive di Casteldimezzo)

“Parole di Mezzeria” proseguirà idealmente anche dopo la giornata di domenica 30 grazie alla partnership con San Giovanni Città della Poesia.Il Folle Volo, a cura di Luca Nicoletti per l’organizzazione Pro Loco San Giovanni in Marignano con il Patrocinio del Comune di San Giovanni in Marignano e in collaborazione con Scuolinfesta, è il concorso di poesia rivolto ai ragazzi della scuola secondaria inferiore dell’istituto comprensivo statale e istituto Maestre Pie di San Giovanni in Marignano. La giuria si incontrerà  per selezionare le 10 migliori poesie che saranno lette dal vivo dai ragazzi stessi in occasione della serata di premiazione –  che verrà dedicata a Dante –   presso l’Arena Spettacoli, nell’ambito della rassegna E…state fuori dal Comune.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>