È morto Franco Mancuso, lo storico “signore dei numeri”. La Vuelle in lutto, il ricordo di Costa e Magnifico

di 

9 giugno 2021

PESARO – Due lutti in poche ore per lo sport pesarese. Martedì sera la scomparsa di Fiorenzo Troisi, oggi quella di Franco Mancuso, storico dirigente della Victoria Libertas. Negli anni Settanta e Ottanta, quando il direttore generale era Vito Amato, Franco Mancuso  era l’accompagnatore della VL. Era l’incaricato di “non perdere” qualche giocatore in un’area di servizio, che ogni biancorosso avesse preso posto nel pullman che partiva per la trasferta e lasciava l’albergo diretto al palazzo dello sport che ospitava la partita della squadra pesarese.
195539600_5583365335068588_4470716251695867538_nEra di più, Franco, molto di più. Impiegato della Cassa di Risparmio, nella sede centrale in Corso XI Settembre, aveva grande dimestichezza con i “numeri”. Erano anni in cui solo pensare al computer sembrava fantascienza, erano le stagioni in cui era ancora da venire il tempo di Luca Foresti, re delle statistiche. Allora, gli organi d’informazione pubblicavano solo i punti individuali e quelli dei tiri liberi. Franco anticipava i tempi. Lui teneva conto di tutto e l’allenatore biancorosso aveva un quadro più completo della partita.
Una persona appassionata che aveva saputo coniugare la competenza professionale con quella per l’amore di sempre: la pallacanestro, anzi la Victoria Libertas.
Numeri preziosi per lo staff tecnico, ma anche per i giocatori. Poi arrivarono – quasi in tempo reale – le statistiche della Lega Basket, guarda caso fornite da un altro bancario, Romolo Mencoboni.
Franco Mancuso, che per anni incontravamo quotidianamente in una delle panchine dei giardini in fondo a Viale Marconi, la strada dove abitava, ha rappresentato, con i “signori delle immagini”, i fotografi che hanno raccontato l’avventura della Vuelle, la serietà, la passione, il piacere di condividere la quotidianità della Vuelle.
Con Franco, un lungo viaggio in pullman o in aereo, come pure una breve passeggiata nella piazza principale di Tirana quando l’Albania era davvero un paese fuori dal nostro mondo, ma anche una fotografia “rubata” al confine tra Israele e Libano, rappresentavano un ricordo da custodire gelosamente.
La Vuelle lo ha ricordato con un messaggio nella pagina Facebook, con le parole di Ario Costa e Walter Magnifico.
La Vuelle si stringe alla famiglia Mancuso per la scomparsa di Franco, storico dirigente accompagnatore.
“Franco è senza dubbio parte della storia della nostra società; una presenza costante che ci ha accompagnato nel periodo più significativo dell’esperienza che abbiamo vissuto con la maglia biancorossa. Franco aveva sempre una parola buona per tutti a prescindere dai risultati sul parquet. Tutti coloro che hanno avuto l’opportunità di conoscerlo ne hanno apprezzato la grande professionalità e le splendide qualità umane. Un amico a cui abbiamo sempre voluto bene”.
Ciao Franco, “signore dei numeri”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>