Raduno Top Down: i motori a favore della ricerca

di 

7 luglio 2021

IMG-20210704-WA0002URBINO – E’ ritornato domenica 4 luglio, dopo la pausa forzata del 2020, “TOP DOWN”, il raduno riservato alle  auto spider e cabriolet, di qualsiasi tipo, cilindrata, ed età. “TOP DOWN” è un raduno particolare sotto tutti gli aspetti, con quello principale del fine benefico, a favore della ricerca per una cura genetica atta a debellare la disabilità intellettiva nei soggetti con la Sindrome di Down.

Il Top Down nato da un’idea di appassionati possessori di auto sportive, che avendo dei figli con questa sindrome, hanno pensato di fondere la passione con l’attenzione verso la ricerca. La particolarità sta oltre che ad essere riservato  ad una tipologia di auto specifica, provenienti da diverse parti d’Italia, è  per come si articola nello svolgimento, che ricorda i rally del passato in particolare quello di Montecarlo,  per i tre luoghi di partenza. Per l’edizione 2021, i tre “start” sono stati: la suggestiva Urbino, per gli equipaggi marchigiani, Faenza per quelli dell’ Emilia -Romagna e San Giovanni Valdarno per i toscani e umbri.

IMG-20210705-WA0024Dopo la “passeggiata” attraverso le suggestive colline dell’Appennino centrale, le 61 auto,record di presenze, si sono ritrovate a Bagno di Romagna. Nella accogliente cittadina famosa per le sue Terme, si è tenuto il pranzo di rito, al quale si sono aggiunte diverse altre persone interessate alla conferenza -convegno tenuta dal Professor Pierluigi Strippoli, del Reparto di Genomica dell’Università di Bologna, uno dei maggiori esponenti a carattere nazionale ed internazionale della ricerca sulla Sindrome di Down. Nel suo intervento come sempre educativo ed a tratti commovente, il Professor Strippoli ,ha sottolineato come la ricerca grazie anche alle moderne tecnologie , si sta avvicinando  a grandi passi  verso uno studio più approfondito di questo particolare genoma.

IMG-20210704-WA0003L’intero ricavato del Top Down, come ogni anno sarà devoluto alla ricerca del Professor Strippoli e della sua equipe, impegnata come ha sottolineato il luminare, in una ricerca impegnativa, che richiede una grande disponibilità di mezzi economici e purtroppo spesso “trascurata” dalla parte burocratica della medicina. Grazie ad iniziative pregevoli  quale il  Raduno “Top Down” che oltre al  contributo economico, da visibilità ed un interesse allargato, avvicinando sempre più persone a questo mondo fatto di ragazzi che spesso se non sempre sono più “normali” di noi che ci consideriamo tali. Nel ringraziare le aziende come la “Car- Care” leader nella cosmesi dell’auto, che ha donato a tutti i partecipanti uno dei suoi magici prodotti, hanno supportato il “Top Down”, che ormai coinvolge anche diversi Club di auto, come la “Scuderia Ferrari Club Pesaro” presente come sempre con i suoi soci.

Paolo Ciaroni , pesarese appassionato di auto, ovviamente proprietario di una spyder, è uno dei promotori dell’iniziativa, coinvolto oltre che dalla passione anche dall’ essere “orgogliosamente”papà di una bambina down, è già al lavoro con gli altri suoi amici appassionati per l’edizione 2022, per la quale condizioni permettendo, hanno già allo studio altre sorprese per rendere il “TOP DOWN” ancora più unico.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>