Ritorna l’Accademia Rossiniana, la fucina delle belle voci

di 

16 luglio 2021

Gli allievi dell’Accademia Rossiniana 2021 posano davanti al Teatro Sperimentale che ospiterà il concerto finale (Foto Amati Bacciardi)

Gli allievi dell’Accademia Rossiniana 2021 posano davanti al Teatro Sperimentale che ospiterà il concerto finale (Foto Amati Bacciardi)

PESARO – Ritorna l’Accademia Rossiniana, il concerto finale di quello che dal 1989 anticipa il Rossini Opera Festival.  Dai sei cantanti della prima edizione (Angela Brown, Antonella Muscente e Gloria Scalchi (soprani), Angelo Manzotti (controtenore) Roberto Frontali e Antonio Marani (baritoni) si è passati ai diciannove del 2021. Voci da tutto il mondo, a conferma dell’universalità della musica di Gioachino Rossini, amato in ogni angolo  del pianeta, come vi racconteremo fra poco.

L’appuntamento con il concerto finale dell’Accademia Rossiniana numero 33 è lunedì 19 luglio alle 20 al Teatro Sperimentale.
Dopo gli anni dell’indimenticabile Alberto Zedda, al quale l’accademia è dedicata, ora a insegnare ed esaminare è il Sovrintendente del Rossini Opera Festival Ernesto Palacio.
Hanno partecipato all’edizione 2021 diciannove allievi effettivi: i soprani Pelageya Kurennaya (Russia), Haewon Lee (Corea del Sud), Iolanda Massimo (Italia), Annya Pinto (Cile), Javiera Saavedra (Cile); il mezzosoprano Anna-Doris Capitelli (Germania); i tenori Theodore Browne (Germania), Valery Makarov (Russia), Alberto Robert (Messico), Chuan Wang (Cina); i baritoni Pasquale Greco (Italia), Yuriy Hadzetskyy (Ucraina), Lorenzo Liberali (Italia), Ramiro Maturana (Cile), Francesco Samuele Venuti (Italia); il basso-baritono Ignas Melnikas (Lituania); i bassi Alejandro Baliñas (Spagna) e Giorgi Manoshvili (Georgia).
Infine, il soprano irlandese Jade Phoenix, che ha frequentato le lezioni dell’Accademia nell’ambito della collaborazione con la Wexford Factory, programma didattico per giovani cantanti irlandesi o residenti in Irlanda organizzato dal Festival lirico di Wexford.
Vi racconto  la curiosità anticipata poco fa. A fine giugno, impegnato nella  bellissima Via degli Dei, il cammino che da Piazza Maggiore in Bologna conduce a Piazza della Signoria in Firenze, salendo verso il Passo della Futa ho incontrato tre giovani che procedevano con zaini pesanti. Venivano dal’Irlanda, da Wexford, erano reduci da alcuni giorni trascorsi a Pesaro, anche camminando sul Colle San Bartolo.
Wexford e l’Irlanda amano Pesaro, adorano Rossini. Negli anni, grazie al festival locale che ha visto protagonisti prima il maestro Luigi Ferrari, già direttore artistico del Rof, poi la pianista e regista pesarese Rosetta Cucchi, il rapporto con Pesaro si è fatto sempre più saldo. È bello che un’irlandese sia protagonista all’Accademia Rossiniana.
Nel programma del concerto, brani da L’Italiana in Algeri, Semiramide, L’occasione fa il ladro, Zelmira, Tancredi, La gazzetta, La cambiale di matrimonio, L’inganno felice, Il Turco in Italia, La gazza ladra, La Cenerentola, La scala di seta, Il signor Bruschino, Il viaggio a Reims, accompagnati al pianoforte da Rubén Sánchez-Vieco, anche Coordinatore musicale dell’Accademia, ed Elisa Cerri.
I biglietti (posto unico numerato 10 euro) saranno in vendita il giorno dello spettacolo al Teatro Rossini nei seguenti orari: 10-12; 16-18.30 e dalle 19 in poi al Teatro Sperimentale (info 0721.3800294).
Gli allievi dell’Accademia Rossiniana interpreteranno poi Il viaggio a Reims, uno degli appuntamenti più attesi dagli appassionati che hanno la possibilità di ascoltare le voci che saranno protagoniste del presente e del futuro del Belcanto e del ROF, che andrà in scena al Teatro Rossini il 15 e il 18 agosto, nell’ambito del cartellone della 42esima edizione del Rossini Opera Festival.
A tutti i cantanti l’augurio che sappiano seguire l’esempio dei giovani colleghi che li hanno preceduti sul palcoscenico del Teatro Sperimentale. Sono numerosi, anche quest’anno, gli ex allievi presenti nel cartellone del ROF.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>