Referendum Eutanasia Legale, l’associazione Luca Coscioni raccoglie firme anche a Pesaro

di 

22 luglio 2021

Associazione Luca Coscioni – Cellula di Pesaro e Urbino
PESARO – Continuano le iniziative per la raccolta di firme per il referendum sull’eutanasia. Nella nostra provincia di Pesaro e Urbino è possibile firmare in tutti i comuni presso la Segreteria generale (muniti di un documento di riconoscimento). Nei comuni più grandi  come Pesaro,Fano e Urbino vengono organizzati dei tavoli in vie e piazze dove si può firmare.
A Pesaro sarà possibile firmare sabato 24 luglio dalle ore 19 presso il circolo Arci di Villa Fastiggi a margine dell’evento “Power Zagor” che è un mini festival musicale della scena undergound pesarese.
Sempre a Pesaro nella giornate di lunedì 26 e mercoledì 28 luglio, dalle 20,30 alle 23, saranno organizzati due tavoli in viale Trieste all’altezza di viale Marconi. Nella giornata di lunedì sara presente Riccardo Pozzi assessore del comune di Pesaro.
referendum-eutanasia-legaleMartedì 27 luglio il tavolo per firmare sarà posizionato a Baia Flaminia in p.zza Europa dalle 20,30 alle 23. Sara presente Lorenzo Lugli, consigliere comunale dei 5 stelle.
Si comunica comunque che lunedì, martedì e mercoledì sono le sempre le giornate  con i tavoli a disposizione per firmare per il referendum sull’eutanasia (negli orari e luoghi descritti in precedenza).
Ruggero Fabri, segretario della Cellula Coscioni di Pesaro ha dichiarato “Abbiamo raccolto a livello nazionale fino ad ora più di 150.000 firme, una cifra importante ma è necessario raggiungere quota 500.000 firme. A Pesaro abbiamo raccolto fino ad oggi circa 500 firme. L’obiettivo per Pesaro è quello di raccogliere almeno 2000 firme. Per ora non hanno neppure aderito e firmato le 800 persone che hanno depositato in comune il testamento biologico. Il referendum permetterà ai cittadini italiani di decidere se chi è gravemente malato potrà scegliere una morte senza sofferenza”
L’Associazione Luca Coscioni è una associazione no profit di promozione sociale. Tra le sue priorità vi sono l’affermazione delle libertà civili e i diritti umani, in particolare quello alla scienza, l’assistenza personale autogestita, l’abbattimento della barriere architettoniche, le scelte di fine vita, la legalizzazione dell’eutanasia, l’accesso ai cannabinoidi medici e il monitoraggio mondiale di leggi e politiche in materia di scienza e auto-determinazione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>