Beach volley, l’ex Scavolini Pesaro Alix Klineman conquista la medaglia d’oro

di 

6 agosto 2021

PESARO – Alix Klineman è d’oro. Una grande gioia anche per chi ha avuto modo di conoscerla a Pesaro, dieci anni fa, quando ha indossato la maglia della Scavolini. Alexandra Rose Klineman, per tutto il mondo del volley semplicemente Alix, ha coronato il sogno di ogni atleta, vincendo, in coppia con April Ross, la medaglia d’oro del beach volley femminile. Il più grande successo della sua carriera che in Italia l’ha vista anche a Villa Cortese e Novara e negli Stati Uniti difendere i colori della Nazionale di pallavolo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Uscita da una grande università qual è Stanford, ovviamente non solo per lo sport visto che è uno dei college più importanti per gli studi scientifici, serbatoio di risorse umane per la vicina Silicon Valley, Alix arrivò a Pesaro nella stagione 2011/12, segnata da oggettive difficoltà, sfociate nell’esonero di Paolo Tofoli e nell’ingaggio di Luciano Pedullà.
Era una Scavolini in “discesa”, con Francesca Ferretti memoria storia della squadra dei tanti successi. Con Alix anche Serena Ortolani, Monica De Gennaro, Maren Brinker, Laura Saccomani, Berenika Tomsia, Elisa Manzano.
Una ragazza un po’ introversa, arrivata giovane in un mondo assai diverso dal suo. Però, parlando con lei capivi che aveva  grandi qualità, non solo sportive. In un’intervista, rimase sorpresa dalla domanda su Andrew Luck, uno dei grandi quarterback che aveva studiato a Stanford. Lo conosceva benissimo. Di più, era amica della sorella di Andrew.
In seguito fu coinvolta in una vicenda di doping che le costò una squalifica ingiusta. Ma quello che la vita toglie oggi, domani restituisce. Alix se l’è ripreso, allenandosi duramente sulla sabbia, una sua grande passione, come per tutte le californiane.
In tutto il torneo olimpico, lei e April Ross hanno perso un solo set. In finale, nel meraviglioso impianto di Shiokaze Park, hanno sconfitto 2-0 le due australiane Mariafe Artacho Del Solar e Taliqua Clancy. Il bronzo è andato alle svizzere Anouk Verge-Depre e Joana Heidrich.
Una sfida con poca storia, se è vero che April e Alix sono andate subito sul 7-2, doppiando le australiane sul 16-8  e chiudendo agevolmente il primo set: 21-15. L’inizio del secondo set è stato devastante per le avversarie, con Klineman e Ross a guidare 10-2. Artacho Del Solar e Clancy hanno lottato con determinazione, fino a portarsi sul 16-13, ma le due statunitensi non si sono concesse altre pause: 21-16.
Grande la gioia di Alix: “È come avere dato seguito all’eredità. Ricevuta da chi ci ha preceduto. Un’eredità che è stata un grande on ore. Ma non è stato facile, opposte a tante squadre che giocano veramente bene. Per noi è stata un’esperienza  da sogno“.
Brava Alix, goditi questo momento, questa medaglia, questa vittoria. Hai fatto felici tante persone,  anche a Pesaro, a iniziare dai coniugi Angela e Gastone Mazzanti che ti avevano “adottata”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>