Un bambino al volante di un’automobile elettrica che trasporta anche i genitori

di 

9 agosto 2021

PESARO – Questa è la foto del Paese che siamo diventati, dell’arroganza di chi si crede in diritto di potere fare quel che gli pare, degli insegnamenti di governanti che hanno utilizzato la cosa pubblica come fosse propria, confidando nell’impunità che solitamente accompagna i potenti, quelli che vivono come il Marchese del  Grillo: “Io sono io e voi non siete un c….”.
La foto è di domenica mattina, nel parcheggio in fondo a Strada tra i Due Porti, che i genitori del bambino devono avere scambiato come zona libera, dove tutto è consentito.
Per tutelare il bambino abbiamo evitato di fotografarlo in faccia, ma se osservate bene la foto a distanza, vi accorgerete facilmente che la testa a sinistra, quella del bambino, è più bassa di quella a destra, il genitore. Il posto guida della macchina elettrica è a sinistra.
Comunque l’abbiamo visto con i nostri occhi. E ci è sembrato doveroso portarlo a conoscenza di tutti. Servirà? Dubitiamo. Ma tacere di fronte all’arroganza di chi ha consentito al bambino di guidare un’automobile con targa sarebbe essere complici di questi novelli Marchesi del Grillo.
Volendolo, anche le forze dell’ordine potrebbero agire per evitare che certe situazioni possano ripetersi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>