Urbino, inaugurata la scultura di Giannino Calcagnini “Verso Nuovi Lidi”

di 

20 agosto 2021

URBINO – E’ stata inaugurata oggi, nella strada che da Urbino conduce a Montefabbri, la scultura di Giannino Calcagnini denominata “Verso nuovi lidi”. L’opera è realizzata in ferro, resine e terre colorate (m. 10,70 x 12 x 14) e rappresenta una grande oca migratrice nell’atto di spiccare il volo. Il lavoro è stato accolto, supportato e collocato a cura del Comune di Urbino.

Le colline del territorio urbinate si arricchiscono quindi di una nuova opera di Giannino Calcagnini. Il lavoro è stato realizzato durante i mesi della pandemia e comunica  un messaggio di speranza e ottimismo. L’oca si accinge a raccogliere tutte le proprie forze per iniziare il volo. E’ consapevole che ci saranno difficoltà e ostacoli da superare, ma ha una meta da raggiungere e seppure fermandosi lungo il percorso,  non smetterà di volare fino a che il traguardo non sarà stato conseguito. Durante il volo il grido dell’oca ha lo scopo di incoraggiare gli altri componenti dello stormo ad andare avanti.

La scultura di Calcagnini genera curiosità. L’artista ha scelto un animale realmente presente nella natura del Montefeltro, ma gli ha fornito una dimensione magica, frutto dell’immaginazione, del sogno. La scultura di Giannino Calcagnini  ha prima di tutto la funzione di attirare l’attenzione su di sé. Cattura l’occhio di chi passa e lo invita a fermarsi per una foto, per guardarla da vicino. E a quel punto,  rivela a chi si è fermato la bellezza del paesaggio. La presenza della scultura diventa un invito a rallentare il passo, ad allargare lo sguardo sull’orizzonte, a riflettere su quanto sia importante tutelare la natura che ci circonda.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>