Terzo giorno di Festa all’insegna di prospettive future per Regione Marche e dialogo sull’attuale tema dell’eutanasia legale

di 

28 agosto 2021

240669494_3938040986301212_2523231386173400201_nPESARO – Si è aperto il terzo giorno di Festa con un dibattito animato sul futuro della Regione Marche, tra prospettive del partito e situazione sanitaria-ospedaliera, il tutto condotto da Luca Fabbri.

Nuovo ospedale: una richiesta fortemente voluta dal territorio e fondi pronti, però location ancora incerta, le sensazioni di Biancani: «Soldi pronti ed individuati durante la precedente legislatura, un confronto lungo ed elaborato per una struttura d’eccellenza ma tutto questo oggi è chiaro che non ci sarà più – dice Biancani – il futuro di Marche Nord ancora sfuocato e messo in discussione dalla Giunta regionale, 350 posti letto assenti negli ospedali del territorio, è arrivato il momento che la Giunta si attivi e faccia capire i progetti per il futuro».

Piano “Scuole Sicure”, ma interrogazioni continuamente bocciate: «Meno di un mese all’inizio del nuovo anno scolastico ma ancora una programmazione insoddisfacente – afferma Micaela Vitri -. Poi la proposta: «Lezioni all’aria aperta per i primi mesi di semestre scolastico, nessun dispendio di denaro e sicurezza per i giovani e giovanissimi».

«Riforma Costituzionale?: Non ci sono le condizioni, mancano i tempi, ora la parola d’ordine deve essere: concretezza – commenta Valeria Mancinelli – meglio una decisione non perfetta ma che da soluzioni reali, piuttosto che eterne discussioni» Disattenzione evidente per il territorio della provincia di Pesaro e Urbino. Delle bellezze dimenticate e non citate tra i Grandi Attrattori turistici della regione: «Una guerra politica, portata avanti dalla maggioranza regionale, che nuoce solo i cittadini e le nostre città – spiega Biancani- un cambio di rotta immediato per il bene dei territori».

A concludere, un rapporto con i Cinque Stelle ancora da studiare. Si sono dimostrati una stampella del centro-destra che non aiuta l’impegno dei territori. ma stop al ragionamento sulle alleanza. «queste sono scorciatoie con le quali ci scontriamo da anni – conclude Mancinelli – il PD deve dire in maniera comprensibile quali sono le prospettive future, da lì si potrà partire con possibili alleanze durature».

marco cappatoAlle 20.30 il dibattito, moderato da Elisabetta Marsigli, sull’eutanasia legale e sul referendum che in vede Marco Cappato il suo promotore. 750mila sono le firme raggiunte fino ad ora, 13mila nelle Marche e più di 3.800 a Pesaro. «Questo risultato numerico risponde ad un dato chiaro: le persone hanno capito il problema, conoscendo l’importanza della libertà fino alla fine della vita – sottolinea Marco Cappato – è una battaglia civile che ha avuto nel dialogo con i cittadini la sua nascita e la sua crescita». Un referendum che arriva dopo una serie di vicende che hanno appassionato la gente e che hanno consentito di riconoscere e riconoscersi nelle storie dei malati che hanno avuto il coraggio di agire pubblicamente. Il fatto privato che diventa una questione politica che si deve occupare dei diritti e delle libertà delle persone.

A concludere la terza giornata di Festa l’omaggio a Franco Battiato, uno spettacolo di filosofia a cura di Popsophia e con l’ensemble musicale Factory ideato e diretto da Lucrezia Ercoli. Ad intervenire Noemi Serracini.

Eventi previsti per oggi sabato 28 agosto:
Alle 18.30 Anna Maria Bernini e Alessia Morani dialogheranno sulle prospettive dell’Italia, accompagnate dal giornalista del Quotidiano Nazionale Ettore Colombo. 
A concludere la serata, alle 21.30, uno spettacolo dialettale della compagnia Il Faro, con atti scritti e diretti da Franca Mercantini. 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>