Preaseson, Vuelle ko a Brindisi contro la Happy Casa

di 

11 settembre 2021

Brindisi-VuelleHAPPY CASA BRINDISI – CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO 80-68
HAPPY CASA BRINDISI: Carter 2, Adrian 15, Perkins J. 8, Zanelli 5, Visconti 5. Gaspardo 3, Ulaneo 3, Redivo 14, Guido 0, Chappell 8, Udom 2, Perkins N. 14. All. Vitucci
CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO: Drell 0, Moretti 3, Pacheco 7, Tambone 15, Camara 0, Zanotti 11, Sanford 7, Demetrio 10, Delfino 8, Jones 7. All. Petrovic
PARZIALI: 18-12, 18-21, 29-13, 15-22

BRINDISI – Ancora una sconfitta per la Vuelle in questo precampionato, con l’Happy Casa che, senza grossi problemi, si aggiudica il match col punteggio finale di 80 a 68, partita dominata dai pugliesi, sempre avanti nel punteggio, tranne un 33 a 32 Pesaro al 19′, con la Carpegna Prosciutto che ha confermato tutti i problemi visti anche nelle partite precedenti, primo tra tutti, la difficoltà a fare canestro contro le difese che chiudono tutte le penetrazioni.

Qualche segnale di vita da parte dei brasiliani, un passo indietro per Sanford e Jones, e a salvarsi dalla mediocrità alla fine sono Tambone e Zanotti, per una Vuelle che domani pomeriggio, alle ore 18, affronterà gli estoni del Bc Tartu, match che potrete vedere in streaming sulla pagina facebook della Victoria Libertas.

Coach Petrovic parte con Pacheco da play, Sanford da guardia, Drell da ala piccola e la coppia Zanotti-Jones sotto i tabelloni, i primi punti pesaresi portano la firma di Tyrique, ma è Brindisi a condurre, grazie alle triple di Gaspardo e Visconti, dopo tre minuti, capitan Delfino prende il posto di un confusionario Drell, e Carlos si presenta subito con la tripla del meno uno, in un match che non brilla finora per la vivacità delle due squadre, che dopo cinque minuti hanno segnato solamente 13 punti complessivamente, ma l’Happy Casa prova l’allungo, portandosi sul 13 a 5, con l’attacco biancorosso che fatica a trovare la via del canestro, e Petrovic prova ad inserire Moretti, che centra subito la tripla del meno tre, in un primo quarto che i padroni di casa hanno controllato abbastanza agevolmente, chiudendolo avanti per 18 a 12.

Ci sono anche Demetrio, Camara e Zanotti nel quintetto che inizia il secondo quarto, con Chappell che porta i suoi sul più dieci, mentre continua l’asfissia offensiva della Carpegna Prosciutto, che induce Petrovic a chiamare il suo primo timeout, per una Vuelle che cerca con insistenza Jones, ma i passaggi risultano sempre fuori misura o prevedibili, in quattro minuti, Pesaro ha segnato solo sei punti, tutti firmati dal duo brasiliano, e con i primi tre punti di Sanford, si porta sul 19 a 28, tentativo di rimonta che riporta gli ospiti fino a meno uno, grazie a cinque punti consecutivi di Tambone, e quando Sanford infila il jump dall’angolo, la Vuelle sorpassa sul 33 a 32, anche se è Brindisi a chiudere avanti il primo tempo sul punteggio di 36 a 33.

Solo 2 assist per Pesaro nei primi venti minuti, che sta faticando a servire Jones e a far girare la palla come dovrebbe, forzando tante conclusioni uno contro uno, e se l’attacco è rivedibile, la difesa è riuscita a recuperare palloni importanti, anche se non hanno portato punti facili in contropiede, gioco in velocità che invece riesce alla perfezione a Brindisi, che con Adrian vola sul 45 a 36, parzialone di 11 a 3, che costringe Petrovic a chiamare timeout, cercando di svegliare una Vuelle che sta perdendo una marea di palloni in maniera banale, e non riesce a venire a capo di una difesa brindisina che ha alzato tantissimo la pressione, al 25esimo il tabellone indica 50 a 36 per i padroni di casa, e per recuperare la Carpegna Prosciutto si affida al duo brasiliano, con Demetrio arrivato a quota 10 punti, ma la rimonta sembra molto difficoltosa, visto che uno scatenato Redivo porta i suoi sul 58 a 41, in un terzo quarto in cui la Vuelle ha segnato solamente 13 punti, subendone 29, con il tabellone che indica 65 a 46 per l’Happy Casa.

Come è sempre accaduto in questo precampionato, ogni volta che una squadra avversaria alza l’intensità difensiva, la Carpegna Prosciutto va in enorme difficoltà, non riuscendo a costruirsi tiri aperti, o a servire correttamente i suoi lunghi, Petrovic lascia a sedere Jones, provando la coppia Zanotti-Demetrio sotto i tabelloni, mentre di Drell si sono perse le tracce da diversi minuti, ennesima bocciatura per il 21enne estone, Brindisi mantiene la doppia cifra di vantaggio (68-56 al 33′), anche se il gioco dei pugliesi è meno brillante rispetto al quarto precedente, ma la Vuelle non sembra credere troppo nella rimonta, con Petrovic che continua a tenere in panchina Sanford, e quando Jones commette il suo quinto fallo, la partita è virtualmente finita, e gli ultimi minuti saranno di puro garbage time, con il tabellone del Pala Pentassuglia che al quarantesimo, sancisce la vittoria dei padroni di casa col punteggio di 80 a 68.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>