Nidi e scuole d’infanzia: da oggi ingresso consentito solo con Green pass per il personale e mamme e papà che accompagnano i piccoli. Previsti controlli a campione

di 

13 settembre 2021

asilo nidoPESARO – Da oggi, lunedì 13 settembre hanno riaperto le aule dei piccoli studenti della città. «Si riparte in completa sicurezza – assicura Giuliana Ceccarelli, assessora alla Crescita e Gentilezza – rispettando la recente normativa che da lunedì 13 settembre, consentirà l’accesso alle strutture educative (dai nidi alla scuola superiore) solo ai possessori della Certificazione verde covid-19».

Non solo il personale scolastico – docenti e personale Ata – ma anche i genitori che accompagneranno i figli, dovranno infatti possedere ed esibire il Green pass per accedere agli spazi interni delle strutture come previsto dal nuovo decreto legge n. 122 del 10/9/2021 sulle misure urgenti per il mondo educativo e scolastico che, con la pubblicazione sulla gazzetta ufficiale entra in vigore da oggi, 11 settembre 2021.

Giuliana Ceccarelli

Giuliana Ceccarelli

«Per ragioni organizzative i primi giorni si procederà con controlli a campione, per passare appena possibile ai controlli giornalieri capillari con le attrezzature idonee» precisa Ceccarelli sottolineando come le disposizioni siano «una garanzia di sicurezza che va a qualificare ulteriormente il servizio educativo». Per il Comune di Pesaro sono 26 sedi (13 nidi e 13 scuola dell’infanzia) e più di 1000 genitori che a partire da lunedì, giorno di apertura di nidi e scuole dell’infanzia comunali, dovranno esibire la certificazione verde.

Si ricorda che il Green pass è rilasciato dopo aver effettuato la prima dose (o il vaccino monodose) da 15 giorni; dopo aver completato il ciclo vaccinale; se risultati negativi a un tampone molecolare o rapido nelle 48 ore precedenti; nei casi in cui si è guariti da Covid-19 nei sei mesi precedenti. Per i soggetti per i quali la vaccinazione anti SARS-CoV-2 venga omessa o differita in ragione di specifiche e documentate condizioni cliniche è previsto che in luogo della “certificazione verde COVID-19″, sia rilasciata una certificazione di esenzione dalla vaccinazione.

L’ingresso nelle sedi in mancato possesso della Certificazione verde comporta una sanzione da 400 a 1000 euro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>