Vuelle, si comincia a fare sul serio: sabato a mezzogiorno è SuperCoppa con Venezia

di 

17 settembre 2021

PESARO – Si comincia a fare sul serio, o quasi, perché per le big, vincere o meno la SuperCoppa non inciderà più di tanto sulla stagione, ma è comunque il primo torneo ufficiale del 2021-22, e chi lo metterà in bacheca, specialmente se sarà l’unico nel corso dell’annata, partirà comunque col piede giusto.

I gironi di qualificazione non hanno riservato sorprese, perché Sassari e Venezia fanno parte dell’élite della pallacanestro italica, Treviso era finita sesta la scorsa stagione, e Tortona di neopromossa ha solo il nome, perché se il proprietario mette sul piatto sei milioni di budget, e lo mette in mano a gente competente, vedremo i piemontesi stabilmente nella parte sinistra della classifica, e naturalmente, la Virtus, Milano e Brindisi, a questi livelli, hanno piena cittadinanza.

vuelle a borgo paceAlla fine, l’unica intrusa è la Vuelle, che se avesse dovuto passare per le qualificazioni, non ci sarebbe, e probabilmente avrebbe faticato a vincere una partita, in qualsiasi girone fosse capitata, Pesaro c’è grazie al magnifico weekend milanese dello scorso febbraio, quello dove i ragazzi di coach Repesa conquistarono con pieno merito la finale della Coppa Italia, il punto più alto della Vuelle degli ultimi dieci anni, con il rischio che lo rimanga anche per il prossimo decennio.

Ma, senza andare troppo avanti nel tempo, dobbiamo preoccuparci della Carpegna Prosciutto 2021-22, quella che difficilmente tornerà a qualche Final Eight, e che sta cercando due squadre da mettere dietro di lei in classifica, ricerca difficoltosa, sia perché il livello medio del campionato si è alzato, sia perché per metterne dietro due, devi comunque vincere qualche partita, anzi almeno una decina.

L’avversaria della Vuelle sarà Venezia, che con qualche patema, ha superato Reggio Emilia, e l’Umana naturalmente è la grande favorita della sfida, perché i lagunari hanno allestito una squadra altamente competitiva, magari un gradino sotto a Milano e la Virtus, ma non troppo distante da esse, visto che in estate sono arrivati l’ex Armani Jeff Brooks e il forte centro lituano Echodas, insieme all’ex Trento Jeff Sanders e all’inglese Phillip, inseriti in un roster super collaudato, anche se per adesso dovrà fare a meno di Bramos e del greco Charalampopoulos.

Ma coach De Raffaele può sempre contare sulla vecchia guardia, quella composta da Stone e Tonut, De Nicolao e Cerella, senza dimenticarsi di Watt e Austin Daye, anche se il figlio di Darren ha rischiato di essere tagliato e non sembra felicissimo di essere rimasto in un’Umana che ha riportato in Italia Michele Vitali.

Ma come ci arriva la Vuelle a questo quarto di finale? Col fiatone, e la brutta sensazione che un gruppo ancora non si sia creato, e che coach Petrovic si stia accorgendo che il basket europeo non è quello sudamericano, visto che da noi le difese hanno un ruolo predominante, e se sbagli un cambio sistematico o un raddoppio vieni subito punito, e di errori finora se ne sono visti a bizzeffe, con tanti tiri non contestati lasciati agli avversari, e una presenza a rimbalzo più casuale che costante.

Che questa Carpegna Prosciutto sia stata costruita con un occhio di riguardo all’attacco, ci sembra evidente, ma non stiamo parlando dei globetrotters, ma di una squadra composta da giocatori dal talento medio e poco costante, che magari una domenica ti segnano 25 punti e quella successiva 7, mentre avrebbe bisogno di maggiore stabilità, anche per non dipendere troppo dalle lune di un singolo giocatore.

O di due nel nostro caso, perché se Jones e Sanford non si avvicineranno sempre al ventello, sarebbe un grosso problema far tornare i conti, quelli che ti devono fare superare la soglia degli 80 punti segnati, perché qui ritorniamo al problema della difesa, che difficilmente lascerà gli avversari sotto tale quota, in una basket che comunque, ad ogni stagione che passa, dipende sempre più dalla percentuale da tre punti.

Ma avremo tutto il tempo per parlarne, per adesso concentriamoci su questa Super Coppa, con la Legabasket che ha avuto la fantastica idea di non giocare la domenica, e di concentrare quattro partite al sabato, le semifinali al lunedì e la finale al martedì, una genialata di cui vorremmo conoscere l’autore, senza tirare in ballo la favoletta che spezzando i quarti in due giornate, avresti favorito le qualificate del sabato, perché se sei la più forte, non sono 24 ore in più di riposo a fare la differenza, e tra l’altro, la povera Treviso giocherà stasera il match per qualificarsi ai gironi di Champions, e meno di 20 ore più tardi, riscenderà sul parquet per giocare contro Milano, altra genialata di cui vorremmo sapere l’autore.

Oltre a Venezia-Pesaro, ci sono altre tre sfide: la più equilibrata ci sembra quella tra Sassari e Brindisi, con i sardi che non hanno faticato troppo ad avere ragione di Varese e Cremona, ma non ci sembrano ancora al top della forma, e l’Happy Casa vista la settimana scorsa, ha ancora qualche problemino da risolvere.

Il quarto più scontato dovrebbe essere quello tra Milano e Treviso, sia per la differenza tecnica tra le due formazioni, sia perché i veneti sono reduci dalle qualificazioni alla Champions League, giocheranno stasera alle 20.30, si trasferiranno a Bologna, e giocheranno domani pomeriggio alle 18, accusando la stanchezza delle tante partite giocate in pochi giorni, mentre l’Armani ha perso qualche partita finora, ma contro avversari di caratura europea.

Tortona proverà a fare l’impresa contro la Virtus, ma i bolognesi tra l’altro giocheranno in casa, e hanno un roster sicuramente più profondo, a cui dovrebbe mancare il solo Nico Mannion, anche se la Bertram non avrà nulla da perdere, e proverà a fare lo sgambetto ai Campioni d’ Italia.

Tutte le partite saranno visibili in streaming su Eurosport player e su Discovery Plus, e le semifinali e la finale si vedranno anche se Eurosport 2 e, in chiaro, su Dmax, canale 52 del digitale terrestre.

DISCOVERY PLUS SUPERCOPPA 2021:

QUARTI DI FINALE – SABATO 18 SETTEMBRE:

GARA 1: ORE 12: UMANA VENEZIA – CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO

GARA 2: ORE 15: HAPPY CASA BRINDISI – BANCO DI SARDEGNA SASSARI

GARA 3: ORE 18: AX ARMANI CHALLENGE MILANO – NUTRIBULLET TREVISO

GARA 4: ORE 21: SEGAFREDO BOLOGNA – BERTRAM TORTONA

 SEMIFINALI – LUNEDI’ 20 SETTEMBRE:

ORE 18: VINCENTE GARA 2 – VINCENTE GARA 3

ORE 21: VINCENTE GARA 1 – VINCENTE GARA 4

 FINALE – MARTEDI’ 21 SETTEMBRE – ORE 21

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>